header

Magda Negri

header

Anche cosi muore la politica

Durante il mio passato mandato di senatrice, ho conosciuto molto da vicino il valdostano Fosson, presidente della Regione Valle d'Aosta, costretto a dimettersi ora per sospetta collusione con ambienti mafiosi.
Era mio vicino di banco il senatore Lusi, tesoriere della Margherita che saccheggiò e rubò le risorse del suo partito e incontravo spesso in aereo anche Roberto Rosso che avevo contrastato come competitore di Chiamparino.
Nelle ultime elezioni regionali, insieme ai compagni del mio circolo, avemmo un duro diverbio con il suo staff per lo spazio davanti a Eataly.
Tutti ragazzi ignari e pagati, diretti militarmente da un figuro alto, palestrato, quasi minaccioso.
Ricordo che avevamo difeso i nostri spazi.
Diversamente da Rosso.. Lusi e Fosson mi sembravano persone severe e integerrime, salite in politica anche in forza di prestigiose professioni... medici... avvocati di valore.
Poi le maschere si sono sgretolate e dietro a tanto perbenismo é emersa la faccia feroce e laida del più antico degli scambi.
Soldi e affari in cambio di voti.
Voti rubati.
Consenso finto.
Non avrei mai sospettato.
Anche cosi muore la politica.
 

Anche i piccioni meritano di sopravvivere

Non sono gli uccelli cattivi di Hitchcock.
Sono una modesta colonia di piccioni che stazionano sugli alberi e sui muretti alla fine di Via Onorato Vigliani.
Quando vado all' ufficio postale lì vicino, sempre pienissimo... prendo il mio numero e inganno il tempo portandogli da mangiare.
Sono molto timorosi e se si butta il cibo volano via.
Apprezzano pane e patatine.. ma ho letto che non fanno bene.
Ho comperato il mangime apposito per tortore etc ... ma l'hanno del tutto schifato.
So bene che tutti disprezzano questi modesti volatili, ma condividono tanto la nostra quotidianità urbana che meritano anche loro di sopravvivere.

Salviamoci dal governissimo di tutti per non fare nulla

Gli unici extraparlamentari in Italia sembrano rimaste le Sardine e il PCI di Rizzo.
Anche Salvini vuole ritornare comunque al governo... pentitissimo della scelta di Agosto per:
- "cooperare per il bene del paese";
- cambiare la legge elettorale e andare al voto.
Il secondo obiettivo è necessario e sensato.
Il primo rivela debolezza e confusione strategica.
Salviamoci dal governissimo di tutti per non fare nulla.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

"De senectute"

Ringrazio davvero tutti gli amici e amiche che mi hanno fatto gli auguri per i miei 70 anni ..!
Arrivati di soppiatto..quasi senza accorgermene.
Li ringrazio specialmente per il tono festoso ed esortativo.
Ma dal momento che non voglio tacermi le difficoltà della nuova stagione, vi garantisco che ho riletto il "De Senectute" di Cicerone.
Troppo trionfalistico...
Allora meglio riflettere sul secondo "De Senectute", di Francesca Rigotti ed Einaudi.
Sulla vecchiaia delle donne gravata da preconcetti e crudeli pregiudizi.
Noi ex sessantottine li combatteremo uno per uno... palmo a palmo.
 

Tanti auguri a me!

Scavalcato i 70..!
Ieri ho compiuto gli anni ed è stato un giorno bellissimo..anche se un po' affannato.
In cantina a cercare fiocchi e palline per terminare l'albero..cercare un aiuto badante perché quella ufficiale non poteva.. preparare la tavola in modo un po' creativo..
Non dico elegante..
Insomma preparare il clima.
Poi é arrivata Fedra...ed è stata lei il vero regalo!
 

Brexit Done!

Brexit done...
Terremoto..
Ora faremo il più grande accordo commerciale del mondo.
Questi i commenti di Trump e Jhonson, protagonisti della nuova rivoluzione conservatrice e nazionalista.della ricostruita dimensione anglo americana.
Le conseguenze economiche e geopolitiche saranno grandi e probabilmente durature.
Diamoci il tempo per capirle.
Corbyn ha giocato una battaglia incerta sulla Brexit e presentato un programma ultraradicale che ha infiammato parte dell'elettorato giovanile, ma non ha potuto fermare la valanga.
Travolti i liberal democratici, che avevano ben meritato su una piattaforma europeista solo qualche mese fa.
Sindrome quasi catalana per il partito scozzese.
Buffo strambo... tanto elite britannica il nostro Jhonson.
Ma temo che sotto il guanto di velluto ci sarà un pugno di ferro.
 
 
 

Le ripercussioni della strage di Piazza Fontana

Sulla strage di Piazza Fontana potrei ripubblicare il post dell' anno scorso.
Ero lì... a un isolato.
Persa tra i pensieri di una studentessa qualsiasi della Statale che viveva il mondo intenso e appassionato della sua Università.
Da quel giorno e da quel sangue nacque un mondo diverso per la politica italiana, che fece deragliare anche parte dei protagonisti del '68 e portò nelle piazze la violenza scoperta dei fascisti, con i loro collegamenti internazionali.
Le parole di Mattarella oggi, consegnano una dura consapevolezza a noi tutti.
Non tutta la verità su piazza Fontana è nelle disponibilità dei cittadini italiani.
Mi chiedo cosa sappiano i ventenni e i trentenni che oggi prendono la parola nelle piazze italiane.
Profetiche le parole del mio amico Claudio Petruccioli.
"L'Italia, nei paesi industriali avanzati dell' Occidente, ha specifiche caratteristiche di una democrazia difficile".
Lo diceva allora... resta validissimo ancora oggi.
Anche se fortunatamente non scorre più il sangue nelle strade.

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico