header

Magda Negri

header

Da oggi siamo tutti un pò più padroni di noi stessi

Un immenso ringraziamento a Cappato e alla Corte Costituzionale, che hanno aperto speranza e dignità a molti malati disperati che chiedono pietà e libera autodeterminazione sulla propria morte.
Non spero in una rapida legge ma, come è stato per la legge 40, credo che sia possibile operare anche solo interpretando il dettato costituzionale
Capisco e rispetto la posizione delle gerarchie cattoliche..
Non capisco la posizione che sembra unitaria delle Associazioni mediche.
Scontato il diritto all'obiezione di coscienza.
Ma l'ispirazione della sentenza della Corte va rispettata.
Conosco molto da vicino questa materia, in concreto e da vicino.
Da oggi siamo tutti un pò più padroni di noi stessi.
Speriamo di non dover importare i medici dalla Svizzera o dall'Olanda per garantire ai cittadini italiani in condizioni estreme una morte degna.
 

Riformare il Pd

Apprendo solo dalla lettura dei giornali, perchè non è ancora stata ancora organizzata nessuna discussione a livello provinciale e/o regionale (e dobbiamo essere particolarmente grati a Il Foglio, che pubblica tutto di tutti), che si sta pensando forse a un nuovo congresso del Pd, forse una nuova conferenza d'organizzazione, e che nella fattispecie si stanno confrontando due ipotesi principali.
Bettini da una parte, che sollecita una deep immersion nella società per mescolare gli elettorati 5S/Pd.
Orfini dall'altra, che tira l'elastico del partito americano, da Calenda a Fratoianni e oltre, come un insieme di comitati elettorali, associazioni, singoli ecc., perchè il Pd diventi una sorta di struttura di servizio, di impalcatura, per l'espressione di un vasto arco democratico, che esclude però i 5S.
Orfini considera ormai desuete e novecentesche strutture come l'assemblea, la direzione ecc., che non hanno garantito un'efficace discussione democratica, neppure nei più recenti passaggi politici, così controversi.
Allo stato degli atti non mi convince nessuna delle due ipotesi.
Ho un idea un pò ortodossa e antica della bontà dello statuto del Pd, che non è stato mai pienamente realizzato perchè subito soffocato da una feroce e ragionieristica rete di correnti e signori delle tessere, ecc..
Comunque stanno emergendo spunti utili, ne discuteremo anche sabato e domenica all'assemblea nazionale di Libertà Eguale, ma penso che non sia il tempo ormai di fantasie azzardate e ingegnerie organizzativistiche.
Contano le persone, le loro motivazioni, la loro onestà, la loro dedizione a un progetto che non si butta all'aria se ti trovi temporaneamente in minoranza.
Quello che stiamo attraversando in questi giorni dovrebbe essere una lezione da imparare bene.
 

Occhetto a La7 la pensa come me!

Martedì 24 Settembre..Occhetto a Tagadà su La7.
Ovviamente si parla anche della scissione di Renzi e con mia soddisfazione si concentra su un aspetto su cui io insisto molto e che mi sembra sottovalutato nella discussione pubblica.
Occhetto dice che è più che legittimo fondare un centro schiettamente liberal democratico..
Ma il processo deve nascere da forze vere ed autonome, non sottraendo carne e sangue (dice proprio così) dal tuo precedente partito.
Difficile collocarsi in un nuovo spazio politico se nasci così.
La sottrazione di fanti parlamentari da un precedente partito secondo Achille non è mai accaduta nella storia politica italiana, ed è in sé deprecabile perché i cittadini che 1 anno fa hanno votato quei parlamentari non avevano trovato sulla scheda la postilla "votami, che poi fondo un altro partito".
Alcuni amici socialisti mi dicono che, fatte le debite proporzioni, la nascita del Psiup indebolì molto il gruppo parlamentare del Psi.
Ma la posta in gioco di quel passaggio era di rango internazionale e forse la sensibilità dei cittadini sulla proprietà e responsabilità del loro voto molto inferiore.

La Germania come modello Green

Bisognerà studiare bene il piano tedesco di investimenti verdi, non tanto per la sua imponenza programmata, dimensione per noi inarrivabile, ma per la qualità delle singole misure.
Mi sembra impossibile non prevedere un aumento di singole tasse..anche se molecolarmente diffuse
(Ad es sui biglietti aerei e so bene,come la Francia insegna, che tassare benzina e gasolio può avere conseguenze sociali ed elettorali complicate..)
I comportamenti sociali diffusi devono incontrare una nuova offerta del sistema industriale.
Boccia, Vicepresidente di Confindustria, ha detto ieri che le imprese vogliono essere co-protagoniste del green new deal.
Benissimo!
..Incominciamo subito anche con la finanziaria.
Siamo italiani ..Non tedeschi.
Ma possiamo incominciare come hanno fatto loro: soldi investiti..grandi campagne di informazione e dissuasione..alternative di imballaggi sugli scaffali dei supermercati..
So bene che si intrecciano la questione energetica..il ciclo dei rifiuti, lo smaltimento anche dei pannelli solari, pur simbolo delle energie alternative..
Ma incominciare una nuova linea di condotta può essere un grande obiettivo riformista.
 
 

La mia insostenibile ingenuità

Ho un fondo non superabile di ingenuità.
Lo confesso.
Non pensavo che Renzi se ne sarebbe davvero andato.. con questi tempi e in questi modi.
Adesso non fingo rimpianti, auguri..non prometto amicizie politiche che non ci saranno, non disegno futuri irenici di confronti e sorrisi.
Vedo molto corposa la dimensione dell' inganno verso il Pd e il suo corpo di militanti e dirigenti.
Si preparava la scissione.
Si era già depositato il logo e il dominio da un mese e intanto ci si aggirava nei festival del Pd ad esibirsi in sorrisi, radioso e abbracci con i militanti alla griglia.
Non so trovare un altro termine ... Inganno.
Del Rio, che viene da un mondo molto vicino a questo gruppo di dirigenti, appare in TV affranto e non si dà pace.
Dice che dovevano fare un confronto leale nei territori, parlarne con Zingaretti, far pesare in positivo il ruolo svolto nel far nascere il governo ed evitare le elezioni.
Del Rio soffre per i legami che si allentano, per lo schiaffo che non si è visto arrivare.
Renzi ride...ride... sparge ottimismo per la nuova impresa e si porta via il bottino di 25 deputati e credo una decina si senatori eletti nelle liste del Pd.
Deformazioni della Repubblica Parlamentare, dove il voto dei cittadini é merce contrattabile dalle oligarchie partitiche.
Ho pensato e scritto queste cose quando se ne sono andati Speranza Bersani e altri.
Le penso aggravate oggi.
Se vogliamo evitare di retrocedere nella Prima Repubblica, dove il voto dei cittadini è almeno garantito dalla tenuta di partiti strutturati.... Restituire lo scettro al Principe come scrivevano Barbera e Pasquino a metà degli anni 90 ....resta la principale delle riforme per la difesa della democrazia.
 

Incontri riflessivi

H 17 piazza Galimberti.
Dopo l' ennesima visita oculistica di mia mamma, lascio la vecchietta e la badante al bar e mi allontano per telefonare un attimo.
Mi ascolta un signore avanti con gli anni che accudisce la moglie, paralizzata sulla carrozzella quasi incosciente per un ictus.
E' un elettore del Pd, entusiasta del nuovo governo, che ha allontanato il pericolo Salvini.
E' quasi ossessionato dal rischio Salvini e mi dice che nelle chiacchiere della piazza tutti lo rimpiangono.
E' felice di aver trovato una interlocutrice del suo stesso partito.
Ammira Renzi.
Dice che lo ha sempre votato e mi chiede cosa sta succedendo nei gruppi parlamentari.
Sa che si stanno "articolando" e gli interessa solo che il governo resista.
Alla fine accenna una domanda a metà..
Non capisce se c' è un problema..quale problema...?
Non osa dire parole definitive.
E io non ho cuore di dirle..quelle parole.
Dico che ci sono movimenti in corso.. che Renzi resta un grande dirigente .
Lo lascio più contento che preoccupato.
Davvero non ho avuto cuore.

Glasnost

Sono le 5 e ho già sentito le rassegne stampa.
E' davvero andata.. Renzi se ne va.
Con un gruppo di parlamentari eletti nel Marzo del 2018.
Un monito per il futuro.
Nella crisi della forma partito, che trascina con sé l'abuso degli spazi della Repubblica Parlamentare, bisogna essere intransigenti e vigili sulla selezione dei parlamentari.
Non deve più accadere che Renzi ieri o Zingaretti domani o chi verrà in futuro, nomini automaticamente suoi fedeli in una notte, passando i nomi a una inutile direzione convocata alle 4 di mattino.
Se il gioco politico si fa tutto parlamentare.. massima Glasnost e ruolo dei territori.
Nasce un nuovo partito politico anche con i voti di cittadini che hanno votato Pd.
Questo tipo di parlamentarismo estremo non funziona.
Gonfia le vele all' autoritarismo populista dei Salvini e al popolo di Pontida.

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico