header

Magda Negri

header

Non si possono regolare i conflitti solo con la forza e la morte

Nella piccola chiesetta - retta da un prete polacco - proprio dietro casa mia qui a Dubbione, suonano le campane.
E' Domenica, una ennesima Domenica di guerra.
Si parla di fase 2, che sarà ancora più sanguinosa, concentrata nel Sud Est del Paese.
L' esercito ucraino è stato potentemente armato dagli Usa, in questi anni, e possono resistere con coraggio e successo.
Ora arriveranno per la prima volta nuovi carri armati.
Anche Berlino partecipa generosamente.
Gli ucraini pensano di poter liberare tutto il territorio.
Putin deve poter esibire qualche vittoria, Biden ha interesse a continuare la guerra per logorare strategicamente la Russia.
L' Ucraina è campo di battaglia di una guerra più vasta e profonda, duratura, per cambiare l' ordine di potenza fra blocchi di Stati e di civiltà.
Pessima situazione.
Seguo con grande pena tutte le notizie.
Cerco segnali di compromesso o almeno sospensione delle armi e delle stragi.
Ha ragione il Papa, ma il suo messaggio metastorico cala su una umanità primitiva e brutale che, come all'alba dei tempi, regola i suoi conflitti solo con la forza e la morte.
 

Neve ad aprile

D'improvviso il cielo è diventato grigio scuro verso le ore 15 e qui, nella bassa Val Chisone, ha iniziato a nevicare.
Neve un pò molle ma a larghe falde... e si sta depositando.
Fa impressione vedere la neve sui fiori di ciliegio, sui narcisi, sulle gemme, sulle siepi di fiori bianchi dei giardini.
Un colpo di coda dell'inverno si è mangiata la lunghissima primavera, e penso che in montagna stia nevicando molto.
Sarà utile... perchè le borgate a soli 800 mt sono raggiunte dalle botti d'acqua della Protezione Civile, le vecchie fontane sono quasi a secco e mi dicono che l'Acea ha impedito l'allacciamento a un deposito idrico di un piccolo borgo, perchè l'acqua è "prenotata" da molto tempo per altri.
Dovranno scavarsi un pozzo, cercarsi nuove falde d'acqua.
Mi fa sorridere il fatto che i proprietari cittadini di alcune seconde case (vecchie baite) hanno ingaggiato un rabdomante per cercare l'acqua in profondità.
Solo dopo la sua sentenza l'escavatore incomincerà a lavorare.
 
 

Neve ad aprile

D'improvviso il cielo è diventato grigio scuro verso le ore 15 e qui, nella bassa Val Chisone, ha iniziato a nevicare.
Neve un pò molle ma a larghe falde... e si sta depositando.
Fa impressione vedere la neve sui fiori di ciliegio, sui narcisi, sulle gemme, sulle siepi di fiori bianchi dei giardini.
Un colpo di coda dell'inverno si è mangiata la lunghissima primavera, e penso che in montagna stia nevicando molto.
Sarà utile... perchè le borgate a soli 800 mt sono raggiunte dalle botti d'acqua della Protezione Civile, le vecchie fontane sono quasi a secco e mi dicono che l'Acea ha impedito l'allacciamento a un deposito idrico di un piccolo borgo, perchè l'acqua è "prenotata" da molto tempo per altri.
Dovranno scavarsi un pozzo, cercarsi nuove falde d'acqua.
Mi fa sorridere il fatto che i proprietari cittadini di alcune seconde case (vecchie baite) hanno ingaggiato un rabdomante per cercare l'acqua in profondità.
Solo dopo la sua sentenza l'escavatore incomincerà a lavorare.
 
 

"Ex facto oritur ius"

Secondo i giureconsulti romani "ex facto oritur ius".
Giornata oggi di frenetiche telefonate e iniziative diplomatiche, tendenziali accordi si propongono e si dissolvono nel giro di poche ore, le truppe russe muovono verso l'Est e il Sud.
Ma i fatti, i fatti veri, non sono ancora compiuti e quindi è vano appassionarsi o illudersi ogni giorno sul negoziato.
Tempi che impongono uno spietato realismo politico.
 

Bella iniziativa del mio Circolo

Bella iniziativa del mio Circolo.
Bella e tempestiva.
Invito tutti gli amici a collegarsi mercoledì 30 marzo alle ore 20:30.
Sarà molto interessante per il lavoro di scavo fatto dal giovane Gioele Sasso e per l'esperienza che ci porterà il Sen. Renzo Gianotti, profondo conoscitore del mondo russo e ucraino e autore, qualche anno fa, di una biografia su Putin pubblicata dagli Editori Riuniti.
 
 

Conte questa volta mi ha stupito negativamente

Confesso che Conte questa volta mi ha stupito negativamente.
E va bene il voto in diretta degli iscritti per la riconferma, e va bene la partecipazione agli accorati appelli del Papa... ma la presa di posizione dei 5Stelle in Senato, di non votare gli impegni già assunti alla Camera per adeguare le spese militari, sembra un espediente misero per raccattare qualche voto.
Il problema ha una dimensione troppo grande per essere gestito in questo modo.
Una guerra è alle porte, il Governo ha assunto precisi impegni internazionali.
I Governi Renzi, Conte 1 e Conte 2 si erano mossi in questa prospettiva, quindi la revoca degli accordi fatta dai 5Stelle può comportare una crisi della maggioranza.
Cosa non gravissima in sé, ma gravissima proprio ora che l'Italia, secondo le trattative in corso a Istanbul, può essere chiamata nel team di Nazioni che saranno garanti del dopoguerra ucraino e della neutralità dell'Ucraina stessa.
Davvero una contingenza e un problema troppo grande per essere giocato sul tavolo della politichetta nostrana e delle percentuali dei sondaggi.
 

Memorie cavalleresche

Aspettando l'apertura del Museo della Cavalleria di Pinerolo...
Leggo la lapide che ricorda le ultime cariche della nostra cavalleria nella seconda guerra mondiale..
Nel 1941/42 nelle steppe ucraine.
Presumo all'arma bianca.
Pazzesco..
Tanto per restare in tema di questi sciagurati giorni..
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico