header

Magda Negri

header

Venerdì ho partecipato alla riunione nazionale  a Roma della Mozione Marino. Si è valutato il da farsi per lì'assemblea nazionale del 21 e 22 maggio. Dal dibattito è emersa l'intenzione di chiedere il commissariamento del Pd in Calabria. Ignazio Marino vuole che il pd tolga in Sicilia il sostegno a Lombardo in Regione. Piuttosto confussa la discussione, tranne che sulla necessità di innovare la forma partito. Meno chiaro è Marino sul profilo e sulla prospettiva programmatica. registro fra i mariniani molta passione sul no al nucleare e  per il referendum contro la privatizzazione dell'acqua (iniziaitiva non condivisa da Rognoni).Si avverte il desiderio di una azione anticrporativa e innovativa dlela società italiana, ma con scarsa determinazione di contenuti. Per fortuna anche Marino pensa che non è il caso di appoggiare il nostro "Papa straniero" delle Puglie. Capisco che attorno a Vendola si sta formando una mobilitazione morale, ma non occorre essere navigati politici per capire che Vendola  non può essere il leader di un centro sinistra vincente da Napoli in su. Per ora assolve a una funzione consolatoria per chi nel centrosinistra sente la mancanza di una vera leadership.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico