header

Magda Negri

header

Ecco i termini della mia adesione al documento di Veltroni e Gentiloni:

Non è e non deve diventare l'atto di fondazione di una corrente contrapposta ad altre correnti in seno al Pd.

Dichiarazione con la quale, insieme a PIETRO ICHINO, ho sottoscritto il documento in cui Walter Veltroni, Paolo Gentiloni, Enrico Morando, Giorgio Tonini e alcuni altri parlamentari propongono le linee programmatiche necessarie per un rilancio dell’inziativa politica del PD.

Condividiamo l’analisi, le linee programmatiche e gli obiettivi individuati nel documento, pur sottolineando che è ancora del tutto aperta la questione della leadership capace di darvi attuazione e che, in ogni caso, l’iniziativa non deve assumere la forma di corrente contrapposta ad altre correnti in seno al PD e deve più esplicitamente assumere la forma di un grande e aperto confronto politico e culturale per rivitalizzare il partito stesso con nuove forze e consensi.

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico