header

Magda Negri

header

Il Riformista - 15 gennaio 2008 - Ratzinger alla sapienza - Meditate, laici, meditate

Le agenzie annunciano che domani sera, nella sede romana del Foglio, si terrà «una serata di conversazione e meditazione laica sul carattere illiberale della contestazione del diritto di parola del professor Joseph Ratzinger-Benedetto XVI nell'Università La Sapienza», cui parteciperanno illustri e meno illustri personalità.
A cominciare, apprendiamo, dalla nostra amica Livia Turco, che da ministro della Salute qualche idea sulle contestazioni illiberali in quasi due anni se la sarà pur fatta.

Auguriamo, con una punta di malcelata invidia, buona conversazione e buona meditazione a tutti: noi, al Riformista, non abbiamo osato volare così alto. Ci siamo limitati a discutere un po' della vicenda. Alcuni (i più, compreso il direttore) hanno simpatizzato con i docenti di Fisica che non gradiscono la visita del Papa alla Sapienza anche perché, ma deve essere un loro limite, non riescono a convincersi del carattere «ragionevole e giusto» del processo a Galileo. Altri hanno sostenuto la tesi opposta (sulla visita papale, non su Galileo): possiamo assicurare che non sono stati fatti oggetto né di contestazioni illiberali né di persecuzioni antireligiose.

 

Tutti abbiamo convenuto che il diritto alla parola è sacrosanto per tutti, papa Benedetto compreso, ma anche (ahiahi)
che, esercitando un simile diritto democratico, si può essere democraticamente applauditi come pure democraticamente fischiati. Qualcuno ha avanzato il sospetto che Alberto Asor Rosa e Luciano Marotti, intervistati ieri dal Corriere, forse colgono nel segno quando, pur avanzando tesi opposte, sono d'accordo nel sostenere che la decisione di invitare papa Benedetto alla Sapienza, con tutto il suo seguito di polemiche e contestazioni, ha qualcosa (o parecchio) da spartire con vicende un tantino più prosaiche, come le imminenti elezioni all'Università di Roma. Ma il direttore è stato inflessibile e gli ha tolto la parola. In tempi di conversazione e meditazione laica, ha detto, non ci si sporcano le mani con simili lordure.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico