header

Magda Negri

header

La Direzione Regionale PD sostenga Chiamparino

Molto importante la disponibilità di Sergio Chiamparino espressa oggi al Corriere e alla Stampa a legittimare con primarie aperte la sua candidatura a Presidente della Regione Piemonte.

Tutto questo è in coerenza con la radicale innovazione determinata dall’esito del recente congresso del PD e mi auguro che la Direzione Regionale strutturi e agevoli questa sua scelta, naturalmente rimodulando le date del quasi coincidente congresso regionale.

Il mio appello perché i soldi restino in Piemonte

Come Segreteria Regionale uscente stiamo cercando di presentare un bilancio in ordine che preveda anche il recupero dei versamenti dei parlamentari e dei consiglieri regionali, che stanno rateizzando quanto dovuto.
Questo tesoretto servirà per le elezioni europee che saranno difficilissime e costosissime.

Leggi tutto...

Renzi-Fassina: chiarificazione politica da un incidente

Allora mettiamola così: Renzi ama scherzare , di fronte a tutta la stampa riunita, sugli altri dirigenti di partito e, nel caso di Fassina, di un vice ministro (così come era già successo con Marini e Finocchiaro), e non si accorge che lo scherzo volge facilmente allo scherno.

Fassina ha il diritto di tutelare il suo onore e coglie l’occasione per prendere le distanze da un governo la cui genesi non condivideva dall’inizio e il cui programma gli sembra carico di difficoltà.

Leggi tutto...

Il 2014 che ci aspetta



Buone feste! Riposiamoci e usiamo questo periodo per riflettere.
Nel 2014 dovremo affrontare le elezioni europee molto difficili per la sinistra europea.
Probabilmente la situazione piemontese si accelererà: a fine febbraio i nostri consiglieri regionali si dimetteranno e avremo anche importanti elezioni amministrative.
Non credo ci saranno elezioni politiche: spero avremo il tempo per una adeguata riforma elettorale e istituzionale e per incisive iniziative sul mercato del lavoro, per riuscire a dare garanzie a chi perde la fonte di reddito, indirizzate a trovarne una nuova.
Buon anno a tutti!

SEL e Associazione Aglietta: alleati efficaci

La scorsa settimana si sono tenuti due significativi appuntamenti della sinistra piemontese: il congresso regionale di SEL e il congresso dell'associazione Adelaide Aglietta.

Spero di non offendere nessuno e di non provocare nessun orgoglio di appartenenza se dico che entrambe queste due formazioni politiche sono se non del tutto assimilabili certo complementari all'ipotesi di un nuovo PD che si allarghi ad altri soggetti e movimenti.
È una vecchia storia che si pone almeno dal '94.

Leggi tutto...

La riforma istituzionale non si fa sui forconi

Riformare la legge elettorale, avviare il bicameralismo perfetto, rivedere l’art. 117 della Costituzione, tutto in pochi mesi con l’art. 138 immutato.

Questa è la grande sfida del PD. Meriterebbe un dibattito serio e qualificato nel Paese non solo fra gli specialisti. Perché cambiare il Senato? Perché l’art. 117 non funziona? Quale riforma del Senato è coerente con quale riforma elettorale? Invece parliamo solo di soldi, di stipendi, di costi reali o presunti. Ridicolo declino di una discussione che fu grande. La riforma istituzionale non si fa sui forconi.

Leggi tutto...

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico