header

Magda Negri

header

Mattarella Star!

Sembra che, rispetto all'anno scorso, 5 milioni di ascoltatori in più hanno seguito il discorso del Presidente Mattarella.
Io mi dò una risposta.
Voi cosa ne pensate?
Paragonabile solo al discorso di Scalfaro nel '93..
 

Felice Anno Nuovo!

Comunque Buon Anno a tutti!
..Anche da parte di Bart... che proprio un anno fa lasciava il gattile di Moncalieri per venire a casa mia, dove spero si sia trovato bene.
 

Cerchiamo di essere esempio per le generazioni future

Difficile oggi non pensare ai compagni, agli amici e ai conoscenti che ci hanno lasciato... per lo più per il Covid.
Questo anno trapasserà nel successivo con un immutato carico di decessi.. indice di contagiosità... stress sui sistemi sanitari.
Il virus non guarda le stelle e il roteare dei segni zodiacali.
Noi, generazioni che non hanno conosciuto la guerra, la fame e meno che mai una pandemia, ci siamo trovati nel precipizio di un evento sconosciuto, ignoto nell' Occidente... quasi una maledizione medioevale.
Ingenuità di un opinione pubblica mai avvertita, che le pandemie possono essere estremamente moderne nel mondo globalizzato.
Mi piace pensare, nonostante le furibonde perenni polemiche a cui il nostro paese è avvezzo, che siamo diventati tutti più forti e consapevoli, nonostante l'ansia e la paura, che sono cresciute.
Si prepara la più grande vaccinazione mondiale mai conosciuta... frutto di eccezionali investimenti ed eccezionali progressi delle biotecnologie.
Anche qui non mancheranno polemiche e problemi..ma il fatto è enorme e qui sta la nostra speranza e il nostro riscatto.
Fra qualche decennio parleranno di tutto questo nei libri di storia.
Noi ci siamo stati ... protagonisti più o meno consapevoli.
Cerchiamo di essere esempio per le generazioni future.
 

La violenza inaudita degli umani

In ricordo di una donna eccezionale..
Peccato conoscerne la storia solo quando la sua vita è stata stroncata crudelmente.
Spero.. che le dedichino un progetto... una scuola agricola, qualcosa che riguarda la rinascita dell'agricoltura e il rispetto delle specie animali autoctone.
Spero che i lavoratori immigrati che collaboravano con lei non perdano prospettive e lavoro e specialmente che le sue amate caprette non vengano vendute e disperse.
 
"
E' stata trovata morta a casa sua, nel maso della Valle dei Mocheni dove si era ricostruita una vita dopo essere fuggita nel 2010 dall'Etiopia, pensando di trovare salvezza in Italia. 😞
Un destino crudele quello di #Agitu Idea Gudeta, dolcissima pastora Etiope che tanti trentini avevano imparato a conoscere ed amare, vuoi per la sua fiorente attività a Frassilongo, dove partendo dall'idea di salvare poche capre di razza Mochena era arrivata ad avere 200 capi di bestiame, vuoi per le vicende giudiziarie che l'avevano coinvolta, suo malgrado.
Agitu era infatti fuggita da casa sua, dove aveva tenacemente combattuto il "land grabbing" delle multinazionali - l'accaparramento dei terreni dei paesi poveri a danno delle popolazioni locali, ennesimo furto ai danni del continente Africano -. Per essersi opposta a tale sciacallaggio, era stato spiccato un mandato di arresto nei suoi confronti, e Agitu era fuggita in Italia, scegliendo il Trentino per rifarsi una vita.
Agitu aveva timidamente ed ambiziosamente iniziato il recupero della razza caprina🐐 #Mochena, una razza reliquia Italiana a rischio estinzione, con un occhio anche all'ambiente in cui viveva: per limitare il problema dei #lupi🐺, chiudeva le sue capre in un recinto su cui aveva montato delle lampadine colorate, azionate da un pannello solare, che si accendevano e spegnevano a intermittenza, mettendo in confusione i lupi.
La sua storia però, le aveva insegnato che più che dei lupi, bisogna aver più paura di certi lupi a due zampe: gli uomini.
La donna aveva presentato denunce negli anni scorsi, per le quali era finito ai domiciliari (per minacce e stalking aggravato da discriminazione razziale) un vicino italiano anche lui trapiantato in Val dei Mocheni, evidentemente infastidito dalla presenza di Agitu, donna solare e di successo.
La sua inarrestabile passione, l'amore per le sue adorate capre, però, l'avevano spinta ad andare avanti, a lottare ed andare avanti lo stesso, con tutte le sue forze.
Ieri sera però, i suoi progetti sono stati drammaticamente interrotti, i sogni di questa straordinaria donna infranti. 🥺💔
Agitu è stata trovata morta a casa sua.
Sul suo corpo, ferite che hanno fatto subito pensare ad una fine violenta.
I carabinieri di Borgo Valsugana, arrivati sul posto con il sindaco Bruno Groff, avevano mantenuto il più stretto riserbo fin quando nella notte, dopo ore di interrogatorio serrato, hanno avuto la piena confessione di un ragazzo Ghanese di 32 anni, dipendente di Agitu, il quale avrebbe avuto con lei una lite per motivi economici e l'avrebbe uccisa a martellate.
A MARTELLATE.
Dopo averla VIOLENTATA.
Ci lascia inorriditi la raccapricciante morte di Agitu.
Unica certezza, la sua Azienda Agricola biologica "La Capra felice", da ieri sera è orfana della sua titolare. 😔
Un colpo durissimo anche per gli altri amati collaboratori ai quali aveva dato lavoro, e che aveva coinvolto nella sua passione per le cose naturali, etiche e tradizionali.
Agitu infatti si era proposta capofila di un'intera filiera in cui avevano trovato lavoro moltissime persone.
Con le sue 200 adorate capre Mochene, infatti, Agitu era riuscita a realizzare un caseificio, producendo yogurt, ricotta e formaggi con alcuni suoi collaboratori, ma anche creme cosmetiche a base di latte caprino.
Insieme ad altre realtà, erano riusciti a ristrutturare un antico maso dell'800 per farne un agriturismo, e ad aprire recentemente anche una bottega anche a Trento, in Piazza Venezia, dove venivano venduti i prodotti di queste attività.
Agitu era quindi un simbolo di collaborazione, di unione, nonché la dimostrazione concreta di come sia possibile creare un'economia circolare attorno ad un numero di capi di bestiame non impattante sull'ambiente, in cui possano lavorare numerose realtà, anche molto differenti tra loro.
Ci lascia una donna in gamba, anzi, in gambissima. Una donna che evidentemente faceva paura a qualche essere gretto ed abietto. Una donna che era partita con un progetto ambizioso riuscendo poi a realizzarlo, spaventando i mediocri, gli arrampicatori, gli invidiosi.
Brilla Agitu. Brilla per tutte noi.
Continueremo in tuo nome a denunciare le minacce, le molestie e lo stalking di cui spesso sono vittime le donne che brillano, che spaventano gente frustrata.
È una promessa.🙏❤
Riposa in pace, amica.
La pagina rimarrà in silenzio in segno di rispetto.🖤"
 

Natale 2017

Albero di Natale alla stazione di Milano.

Le grandi palle sono di ceramica, fatti da bambini di vari ospedali, con l'assistenza della Fondazione Thun.

Chi passa può lasciare un biglietto con auguri e desideri.

Non ho scritto niente, ma ne ho letti allcuni di commovente sincerità.

Ho finalmente capito perché, da qualche anno, medici premurosi ma implacabili mi corrono dietro, tra Natale e Capodanno, chiedendo una serie di impegnativi esami.

Ho incontrato il primario in ascensore e ho scoperto di essere parte di un gruppo studiato nelle fasi evolutive.

Cavie teoriche.

Bastava dirlo e non mi sarie rovinate le feste.

Comunque tutto va bene e non resta che ringraziare il destino o la sorte o il fato.....

Buon anno....

 

Teniamoci pronti

Si accettano scommesse.
Io prendo molto sul serio l'offensiva di Matteo Renzi contro il Conte 2.
Evidentemente il tentativo di mediazione sta fallendo.
A quanto si conosce, le critiche di Renzi sono sensate.
A quanto si capisce, non sembrano contro proposte ma ultimatum.
Difficile trovare una mediazione se non la si vuole davvero.
Anche Conte sembra bloccato sui veti che gli sono imposti dai 5stelle.
I 5s rappresentano peraltro il 35%del parlamento italiano.
Quindi? Si accettano scommesse.
Così il governo non può durare.
Non si intravvedono maggioranze alternative.
Io penso che la legislatura sarà più breve del previsto.
Non tutto è risolvibile con alchimie e giravolte parlamentari.
Se fossi Zingaretti rafforzerei la dimensione maggioritaria della attuale legge elettorale e direi all'amico Bettini che non è vero, come ha scritto su La Stampa, che tutta la politica si gioca nel governo.
Il governo in queste condizioni è fragile.
Se fossi Zingaretti armerei il PD, concentrerei tutte le energie organizzative e culturali per restituirgli il rango del maggior partito riformista del paese, l' unico in grado di governare degnamente in questa tempesta...
A vocazione maggioritaria.
Che semplicemente vuol dire pensarsi in grado di corrispondere agli enormi problemi dell'Italia.
Se fossi Zingaretti farei una lunga e affettuosa telefonata a Bettini.
E poi mi rivolgerei al partito, ai suoi militanti, ai suoi elettori .. con il linguaggio della verità.
Teniamoci pronti.
 

Adesso godiamoci lo spettacolo

Per fortuna ho trovato un po' di aiuto per curare mia mamma in questi giorni in cui le badanti ufficiali, giustamente, spariscono per stare con la loro famiglia.
Solo che curare vecchi assolutamente non auto sufficienti non è come lavorare al computer o avvitare bulloni, ed è un' impresa sostituire questo tipo di forza lavoro.
Comunque ce l'ho fatta e questi giorni possono essere abbastanza gradevoli.
Naturalmente i films melensi, ma talvolta commoventi, tipici del Natale... e del Natale anglosassone, la fanno da padroni.
2 notizie hanno squarciato questa festosa scenografia natalizia. Prima notizia: arrivano i camion con i vaccini e qualcosa finalmente cambierà.
Seconda notizia: negoziati per la Brexit conclusi... sembra con esito reciprocamente accettabile.
Jhonson, da guascone trionfante, ha annunciato: "We are out".
Fuori dall Europa... liberi... sovrani.
Come l' avrebbe detto Salvini e soci trasversali?
È bastato anni fa un referendum consultivo senza quorum... e la storia dell' Occidente ha cambiato corso.
L' Europa è diventata più piccola.
L' Inghilterra finge di essere il Canada.
Siamo vicini... non l'Atlantico... solamente la Manica..
Ma il vento è cambiato e ha sapore d'antico.
Visti... passaporti, niente più Erasmus In Inghilterra, si potrà lavorare a condizione di avere un contratto di lavoro prima di partire.
Sembra la Bossi-Fini.
Le cose si preparano con confusione e fatica.
Poi diventano realtà.
La Brexit è stato il mito mobilitante di tutti i sovranisti Europei.
Adesso godiamoci lo spettacolo.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico