header

Magda Negri

header

Passeggiate natalizie

Granges, borgata di Fenestrelle: una gentile signora raccoglie e ordina vecchie cartoline di auguri di Natale, perlopiù inviate dagli alunni alle loro maestre di qualche decennio fa.
Quando non c'erano gif, ma disegni fiabeschi e calligrafie curate. Ricordi di un tempo appena scomparso.

A Bousson, in cerca di Presepi

Metterò più tardi qualche foto.
Comunque, girando fra questi paesi della Val Chisone, Germanasca e Alta Val Susa, dove gentilmente mi scorrazza Andrea, mi sono fatta la mia personale classifica di non sciatrice.
Preferisco Cesana e Bousson, per l'architettura montana, l'urbanistica rispettosa delle origini, la cura delle decorazioni etc.
Peraltro con le seggiovie e le ovovie ben collegate alle piste.
Metto a pari merito Usseaux.
Sestriere non è a mia dimensione, posto per sportivi veri e finalizzati solo allo sci.
Da queste parti si mangia benissimo, con prodotti difficili da trovare in città.
Non fa troppo freddo e quindi si può passeggiare.
E poi, diciamocelo, con questi manti di neve è facile sprofondare nella mitologia infantile del Bianco Natale.
Effetti rasserenanti.

Ieri a Bousson, invaso da presepi e ricordi, grazie a un piccolo museo dei lavori agricoli.

 

 

 

 

 

Che la festa continui..

Che la festa continui..
Ancora qualche giorno di affetti e di privacy, poi si torna nel gorgo.
Di nuovo auguri a tutti.
 

Buon Natale a tutti da Dubbione

Non c'è angolo a Dubbione che non abbia un segno natalizio, una corona di arbusti dipinti, un presepino, un legno colorato con candeline, anche sulla soglia delle case chiuse.
Protagoniste e artiste un gruppo di donne volontarie che lavorano mesi per realizzare la piccola magia.
Ne incontro una nel pomeriggio che mi racconta di essere tra i responsabili, da 40 anni, del gemellaggio di Dubbione con un piccolo paese tedesco vicino a Stoccarda.
Lì le borgate portano ancora - germanizzati - i nomi di Pinasca, Villar Perosa etc...
Semplice.
Durante le persecuzioni contro i Valdesi, molti contadini di queste valli andarono lavorare là e vi restarono.
Secondo questa intraprendente signora il gusto per le decorazioni natalizie handmade deriverebbe da quell'antica commistione di culture e di stili..
Giù giù .. nei secoli.
 

Più un Arca di Noè che un presepe

Buon Natale a tutti.
Passatevelo come desiderate e potete.
Questo è il mio terzo presepe, fatto tutto da sola.
Dal momento che il Governo italiano sta preparando battute di caccia, anche urbane, ho trovato nelle mie statuine un bel cinghialotto e l'ho messo in evidenza.
Non lo dimenticheremo.
 
 
Si vede benissimo, nella parte fatta con le cassette della verdura.
Prima il maiale rosa, poi il cinghiale.
Più un Arca di Noè che un presepe.
 
 
 

Io lo sapevo che non dovevo cambiare abitudini

Io lo sapevo che non dovevo cambiare abitudini.
Cioè che basta dare un giro alla rotella della porta e non chiudere con la serratura a cilindri e con le barre...perché non si sa mai..
Per un eccesso di sicurezza ho provato a chiudermi dentro casa e la serratura si è rotta.
Brutta sensazione restare chiusi, senza speranze di uscire.
Ho telefonato ai pompieri, prenotandoli come i taxi per le 6 di questa mattina, ma hanno voluto venire subito, secondo protocollo, perché non si sa mai cosa può succedere a una persona bloccata.
Bravissimi, arrivati in 4, intervento rapido e gratis.
Penso che non dovrebbe essere gratis.
In fondo è responsabilità mia se ho la serratura vecchia.
L'anno scorso, la notte della morte di mia madre, ed era l'una di notte, per l'emozione uscii sul ballatoio e la porta mi si chiuse alle spalle.
Con il mio vicino chiamammo un fabbro, di notte, che mi costò 300 euro.
Ho insistito, ma il servizio di liberazione notturna di cittadini imbranati irresponsabili verso le proprie serrature è rigorosamente gratis, per il glorioso corpo dei pompieri.
 

Facciamo le cose in ordine

Con un occhio alla manovra e l'altro alle cause dell'Iran e dell'Ucraina, ieri ci siamo riuniti nel nostro circolo, chiacchierato un po' di quello che accade nel mondo e abbiamo, con granitica consequenzialità, dato vita a un Comitato a sostegno della candidatura di Stefano Bonaccini.
Seguiamo rigorosamente le procedure indicate dal sito internet e ci proponiamo di fare buona informazione nel nostro quartiere, e non solo per le primarie.
Ha ragione Ezio Mauro.
Il nome del segretario deve venire dopo una matura discussione politica.
Ma la stiamo facendo dal 25 Settembre... ora bisogna stringere sulla nuova direzione politica.
Facciamo le cose in ordine.
 
 
 
 
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico