header

Magda Negri

header

Dal Michigan a Teheran il passo è breve

Contro tutto il mondo - con il consenso solo di Israele e Arabia Saudita - Trump è andato fino in fondo e ha denunciato l'accordo nucleare con l'Iran.
Da oggi il mondo è meno sicuro e probabilmente in Medio Oriente si drammatizzeranno i rapporti Russia/Usa.
Anche se siamo stati sconfitti, sono stati importanti i ruoli svolti da Macron - Merkel - Mogherini e persino del ministro degli esteri inglese Boris Jhonson.
Ma i rapporti di forza mondiali sono quelli che sono..e i destini del mondo possono essere decisi da un improbabile populista come Trump e da un falco intellettuale estremista imperialista come Bolton.
Tutto perché 2 anni fa settori importanti di popolo americano votarono per "American First".

L'albero degli zoccoli di Ermanno Olmi

Se ne è andato anche Ermanno Olmi.
Alzi la mano chi non ha visto il suo "Albero degli zoccoli", chi non si è commosso o stupito vedendo quel film meraviglioso..un vero affresco storico.
La storia è fatta dalla fitta trama della storia degli uomini, non solo dalle vicende epiche dei capi politici e militari.
Io avevo insistito per portare mio papà a vedere con me il film ..per me era la seconda volta.
Dopo molte insistenze accettò e si commosse quasi.
Riconobbe anche nei particolari le cascine dove era vissuto da bambino, l'umilazione dei contadini salariati la ferocia classista dei proprietari agrari. Riconobbe quelle stalle, quegli animali e, naturalmente, gli zoccoli che usava portare in campagna.
Quel mondo non c è più e quei contadini del nord, salariati come gli operai perché non avevano una terra propria, poi si inurbarono e diedero vita al proletariato delle grandi città del nord.
Ma mi piace ricordare i racconti che il mio nonno paterno: uno strambo contadino bergamasco, mi faceva quando ero bambina, mentre mia nonna annuiva e ancora si lamentava per la fatica di quella vita.
Ogni anno. a S Martino caricava i 3 figli sul carretto,con le loro povere cose, e cercava una cascina migliore dove vivere.
Stranamente, mentre tutti si stabilizzavano nelle grandi affittanze capitalistiche della Lombardia, lui varcò Il Ticino e si ritrovò nel novarese.
Olmi ha dato memoria non agiografica a quelle vite nel turbine della storia.
E per questo, oggi che ci ha lasciato, lo ringrazio.
 

Uno spiraglio di luce

Aspetto con una certa ansia, come tutti i cittadini responsabili, l'esito delle consultazioni al Quirinale e le ultimissime offerte dei partiti.
Quasi fuori tempo massimo.
Nel frattempo Di Maio sventola ancora il contratto alla tedesca, ma minaccia le piazze insorgenti contro la democrazia tradita.....
Altro che contratto tedesco...
Una sola buona notizia: Paolo Gentiloni ha offerto una nuova prospettiva politica di ricostruzione del Centro Sinistra e si è messo a disposizione ...
Se si arriverà a un doppio turno dobbiamo metterci nelle condizioni di competere, di arrivare almeno secondi..
Un po' di luce nelle attuali tenebre.

Siamo sull'orlo del baratro

Ascoltata la rassegna stampa...sentiti i propositi di Salvini e di Maio, preso atto della alternativita' di linee all' interno del Pd - anche se penosamente governate - considerate le scadenze europee sul budget, etc....mi sto convincendo che le cose stanno scappando di mano ..
Siamo sull' orlo della delegittimazione del ruolo del Quirinale e quindi di una crisi istituzionale.
Sarebbe bello se anche noi che ci confrontiamo amenamente sui social assumessimo in queste ore un tono di responsabiltà e di consapevolezza...
Cosi tanto per dire fra qualche tempo che avevamo capito qualcosa..

Via la maschera

Guarda guarda..DI Maio non ce la fa a fare il premier con nessuno - e pensare che a lui andavano bene tutti - e subito ci si leva la giacca blu e la cravatta e si annuncia il tradimento del popolo, si prenotano le piazze contro i partiti traditori e Grillo, che stava nell'angolo a fare il regista, ritorna a chiedere il referendum sull'euro.
 
Via la maschera, si torna ai bei vecchi tempi dell'antipolitica militante..
Non l' avevo mai dubitato.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico