header

Magda Negri

header

Il 2 agosto 1980 la strage di Bologna mai del tutto chiarita

Strage di Bologna e oggi il discorso pubblico ci chiama al dovere della memoria.
E' un imperativo morale... perché così si costruisce la coscienza di un paese... ma non è una operazione scontata.
Io stessa, nella mia memoria, mantengo più vivida la tragedia di Piazza Fontana o la strage di Piazza della Loggia.
Mi chiedo perché... forse perché ritenevo che negli anni 80 non ci fossero più spazi per una svolta eversiva degli equilibri politici italiani.
Ingenuità, voglia di rimozione.
Eppure il terrorismo di fine anni '70 era appena stato domato.
Apprendiamo oggi... a questo stato delle indagini.. che la manovalanza neofascista era comandata da un gruppo di massoni... ora tutti deceduti.
Domanda... e chi comandava i massoni?
Autogestione eversiva?
Quattro perfidi vecchi signori da una villa toscana?
La piena verità ancora è lontana.
Resta vero quello che spesso scrive il mio intelligente amico Claudio Petruccioli.
L' Italia resta un paese particolare... a democrazia difficile.
E in fondo, per venire ai giorni nostri, il fatto che solo in Italia, paese europeo, siano esplosi 2 diversi populismi, lo conferma.
 
 
 
 
 

Torridi e affascinanti panorami

Si prepara una giornata caldissima.
Sarà per il caldo..ma ci sono meno rondini degli anni precedenti.
Si estendono le coltivazioni di agrumi gestiti da imprenditori di Corigliano.
I giovani di qui si impegnano sempre di più in agricoltura.
Diminuiscono i muratori.
I giovani che si sposano comperano case di una certa rilevanza e preparano matrimoni costosi.
Sono già stata invitata ad uno in Aprile.
Tutti mettono a posto le case per l arrivo dei parenti... molti dalla Puglia.
Non ho mai capito quali sono i redditi effettivi... non quelli dichiarati delle famiglie di questo ridente paese... ma certo non è il Sud disperato dei primi anni '60..
Cercherò di parlare con qualcuno delle prospettive future...
Nessun caso di Covid.
Mi parlano con con partecipazione e rispetto di quello che abbiamo patito al Nord.
Il calanco, che ho fotografato da un mio balcone, ospita all' interno tombe Achee.
Grande soddisfazione... pensando ai guerrieri achei.
Intanto mi concentro a capire dove sono adesso le pecore e le capre nel burrone.
 

Buona notte da Amendolara

Buona notte dai calanchi di Amendolara.
Il mare luccica... non come a Sorrento.. però!
 
L'immagine può contenere: notte, cielo, spazio all'aperto e natura
 
 
 
18Luigi Brossa, Mara Milanesio e altri 16
Commenti: 2
Mi piace
 
Commenta
 
Condividi
 
 

Stile alcova

Se si vuole... sul pullman ci si può anche distanziare di più tirando queste tendine di garza.
Stile alcova
 
 

Come scolari in gita un po'apprensivi

Sono già in Basilicata.
Scappata di una settimana ad Amendolara con il super pulmann a 2 piani, che ha moltiplicato le corse e diradato i passeggeri.
Super pulizia.. controlli delle mascherine.. grande autodisciplina di tutti negli autogrill.
Mi chiedo perché la Tv trasmetta solo esempi negativi della movida e non questa disciplina prussiana, non imposta ma convinta, gente esercitata da gente che attraversa l'italia di notte, piena di mascherine e gel.
Giovani e vecchi allo stesso modo... come scolari in gita un po' apprensivi.
 

Addio a Bouchard, ex moderatore valdese: firmò l'intesa con Craxi

Mi trovo ora nel tempio Valdese di Torino, aspettando che arrivi il feretro di Giorgio Bouchard, il grande esponente della fede protestante...uomo di sinistra, di popolo.
Per caso ho saputo della sua morte aprendo le pagine locali di LaRepubblica ieri.
Per fortuna sono arrivata prima, perché i vigili sono molto severi.
Non solo teniamo le distanze nei banchi... ma bisogna sfalcare le file.
Sta arrivando molta gente.
Lo ricordo alto vigoroso, sempre sorridente... fino a pochi mesi fa.. poi la caduta.. l'aggravarsi delle condizioni generali..
Ma Giorgio era specialmente il marito della mia amica Piera Egidi... superfemminista, storica, intellettuale, appassionata e sempre... a modo suo ... donna di fede.
Un matrimonio felice, nell' unione della fede valdese, nell'impegno sociale.
Mi dispiace tanto per Piera, tanto più giovane del suo amore che se ne è andato.
Ed io, donna di nessuna fede... mi accingo in onore di Giorgio e per Piera a seguire con rispetto tutta la funzione celebrata dal loro pastore.
 
 

Grazie all'Associazione Luca Coscioni

Un pensiero di gratitudine a Marco Cappato e Mina Welby... per la loro eroica battaglia.
L' assoluzione, con formula piena dall' imputazione di istigazione al suicidio di un malato di Sla in osservanza alla sentenza della Corte Costituzionale, interroga ora il Parlamento.
Ci vuole ora una legge sull' eutanasia.
Materia delicatissima... so bene, ma su cui c' è anche un grande consenso del popolo italiano.
Per tutta la vita che mi resta non dimenticherò lo strazio, durato 5 anni, di una mia carissima amica cieca, paralizzata... senza speranza.. lucida nella sua disperazione e poi quasi impazzita per il dolore psicologico, non fisico, di essere costretta in un corpo che era diventato una prigione.
L' avevano riempita di psicofarmaci per annullarla.
Poi il cuore.. pietoso... una sera smise di battere.
Voleva morire, ma non sarebbe stata neppure in grado di essere portata in Svizzera.
Dalla sanità pubblica e privata italiana solo psicofarmaci... fino a fare del suo corpo una bara e annullare ogni autodeterminazione.
Una vicenda feroce, che non voglio e non posso dimenticare.
Ancora grazie a persone come Cappato, Welby e la loro splendida avvocatessa.
Grazie all'Associazione Luca Coscioni.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico