header

Magda Negri

header

Sinceri auguri al nuovo governo!

Fatto il governo, anche con molte novità: non mi interessa e non ho nessun diritto di apprezzare ..criticare etc le singole scelte.
Sinceri auguri perché riguarda tutti noi.
Ma resta un fondamentale nodo politico.
Era possibile l'altra strada, di un governo di transizione, per preparare nuove elezioni?
Quali scenari si aprono per la sinistra riformista con l'abbraccio, con la forza populista per eccellenza dei 5S?Grande soddisfazione per la benedizione e l' aspirazione europea.
Mettiamola a frutto.
Impariamo da quella bestia di Johnson.
Il suo "He thinks He Will not win", gettata in faccia a Corbyn non deve diventare il senso comune dei cittadini italiani verso il nuovo governo.
Per i problemi strategici più generali sono molto d' accordo con l' editoriale di Annunziata su HP.
 
 

Maratona Mentana scottante!

Seguendo la Maratona Mentana.... e prima di recarmi al Festival in Corso Grosseto... 
Sento i possibili nomi dei futuri componenti del prossimo governo e mi pare che ci siano due canali.
I 5S non hanno nomi nuovi e confermano quasi tutta la delegazione precedente. 
Il PD, tranne Gentiloni che se ne andrebbe in Europa, ha nomi di quadri molto giovani, talvolta inesperti, comunque nessuno che abbia avuto esperienze precedenti di governo.
La discontinuità vale solo per noi.
Vediamo come finirà la questione del sottosegretario alla presidenza del consiglio. 
Il PD rischia comunque di essere fuori da Palazzo Chigi in senso stretto. 
Aspettiamo per un giudizio più fondato...

Il sistema Casaleggio

L' ho letto questa estate, non molto prima della crisi.
Si scoprono cose "aziendali" particolarissime.
Non c'entra niente con le votazioni di ieri.
Interessa in se.. per il futuro della democrazia digitale.
 
 

"COUNTRY before PARTY"

Vedo in tv proprio ora le immagini delle manifestazioni a Londra contro Jhonson, che ha peraltro perso la maggioranza per un voto.
Scritto a mano, un cartello dice "COUNTRY before PARTY".
E' esattamente quello che sta facendo ora il Pd.
Chissà perché, specialmente dopo aver sentito Di Maio che esalta 70.000 voti (alle primarie il pd sfiora sempre i 2 milioni) e rivendica continuità e centralità di ruolo per i 5S, condivido razionalmente il proposito, ma non sono contenta neanche un pò.
 

Siamo in ballo e bisogna continuare a danzare.

Prima di andare alla Festa seguo i penultimi sviluppi della crisi.
Molte cose non mi piacciono.
II ruolo di Conte cresce senza motivo ... lui finge una neutralità e una verginità dell' ultima ora, trascina in su i sondaggi dei 5S. ..mentre Di Maio continua a rivendicare la postazione di Vicepresidente del Consiglio..
Intanto Manlio di Stefano usa parole di sconfortante verità in un post - appello ai militanti per il voto su Rousseau, rivendicando tutte le politiche del governo con Salvini e dice papale papale: "Votiamo sì per non andare al voto, dove ci straccerebbero".
Emergono faticosi e contraddittori spunti sul futuro programma..
Siamo in ballo e bisogna continuare a danzare.
Ma che fastidio Renzi, che scrive ieri su IlSole24ore, che staccheranno la spina se il governo non garantirà crescita e sviluppo.
Che noia...loro chi..?
Ci vuole almeno un pò di simpatia, se non di amore, per incominciare questa avventura.
 

"Cambiamo tutto"

Rispondendo all' appello di Grillo.
Zingaretti butta il cuore oltre l' ostacolo ..e dice "cambiamo tutto".
Io modestamente li avevo anticipati e avevo proposto la dimensione del Reset.
Ma per ora sento più volontarismo ed emozioni che idee.
Passione sì...riinfantilizzazione di una sinistra superficialmente estremista no.
Il vecchio Lenin conosceva le durezza della politica, specie quando vuole trasformare nel profondo.

Rafforzare il Pd nel Nord Ovest

Questi 3 signori sono i segretari regionali del Pd di Lombardia, Piemonte e Liguria.
Ieri alla festa di Cso Grosseto abbiamo tentato di esemplificare i possibili effetti del governo giallo rosso sul Nord Ovest, una delle aree più sviluppate d' Europa, dove il peso egemone della Lega non si indebolirà certamente.
Nell' ordine: infrastrutture...interventi sull' ambiente, il ciclo dei rifiuti e inceneritori.. produttività e competitività del sistema Nord Ovest..metà del Pil del paese.
Intervenendo ho sostenuto che a Milano, Torino e Genova il Pd dovrà distinguersi sia dalla Lega che dagli attuali 5S e difendere l' autonomia regionale aperta dal governo Gentiloni.
Posizioni nette del Pd e portare i 5S regione per regione su posizioni più mature.
Se no ...finito lo stupore del momento.
I voti alla destra già egemone nei nostri territori aumenteranno a dismisura.
Meta!
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico