header

Magda Negri

header

Il giorno dopo

Bene il probabile accordo Letta-Renzi per rendere proficuo questo anno di lavoro e tentare qualche pezzo di riforma costituzionale oltre alla la riforma elettorale.
Le pulsioni fasciste erano solo un'invenzione dei giornali.
Berlusconi dovrà ballare da solo.

Leggi tutto...

Grande vittoria di Renzi

Grande vittoria di Renzi: ha le mani totalmente libere, pero che le usi bene.

Però… Per la prima volta dal 2007 (a parte le primarie di investimento di Prodi) il voto degli iscritti è quasi travolto dal voto degli elettori. Una contraddizione mai verificatasi e che avrà conseguenze.

Leggi tutto...

Primarie 8 dicembre 2013

Si vota dalle 8:00 alle 20:00.

Hanno diritto di voto le cittadine/i e le elettrici/elettori che hanno compiuto il sedicesimo anno di età.
Cerca il tuo seggio visitando il sito www.primariepd2013.it oppure recandoti al circolo PD più vicino.

Maggiori info su: pdpiemonte.it

Aspettiamo ad esultare

Nella sua parte finale, il comunicato della Corte Costituzionale sul Porcellum dice che nelle prossime settimane ,con la pubblicazione della sentenza, scatteranno gli effetti giuridici della medesima. Si aggiunge inoltre che "il Parlamento può sempre approvare nuove leggi elettorali secondo le proprie scelte politiche, nel rispetto dei principi costituzionali": cosa vuol dire?

Una cosa mai accaduta negli ultimi decenni: la sentenza è auto-applicativa e quindi una nuova legge elettorale totalmente proporzionale con preferenze è già viva, operante.

Leggi tutto...

Direzione Regionale PD del 2 dicembre

Linea faticosa che non condivido integralmente per errori di alcuni nostri amici e compagni in cerca di visibilità (o forse davvero convinti).

Siamo riusciti a spostare l’attenzione della responsabilità e dalle immoralità di Cota e della sua sgangherata maggioranza alla presente responsabilità dei Consiglieri PD che, secondo Repubblica, sarebbero i responsabili, se non si dimettessero, della permanenza di questa maggioranza. Pazzesco! Ieri il caporedattore di Repubblica ci i intimava di dimetterci subito senza pensare al bilancio, al cambio della legge elettorale, alla gestione dei fondi europei.

Leggi tutto...

Decadenza di Berlusconi

All'ora fatale delle 17,47 di ieri guidavo e non ho potuto vivere in diretta la decadenza di Berlusconi dal senato. Una giornata seria e triste.

Resto dell'opinione che non bisognava modificare il regolamento del Senato e garantire il voto segreto. Il risultato non sarebbe cambiato.

Berlusconi è più in campo che mai e ha iniziato la difficilissima campagna per le europee.

Il comportamento del PD in questa occasione è stato sempre lineare, con i toni giusti, quei toni che dovrebbero garantire la convivenza democratica nei momenti più difficili.

Adesso, prima e dopo le primarie, dobbiamo evitare di assommare doroteismo e demagogia. Il lavoro riformista del governo deve essere accelerato e concreto. Siamo già in campagna elettorale

Sul tema della decadenza di Berlusconi, consiglio la lettura dell'articolo di Antonio Polito su Il Corriere:  

8 dicembre: mancano 16 giorni



Un regolamento sbagliato, quasi criminogeno, ha potuto permettere la proliferazione indiscriminata degli iscritti di scopo. Questo non si ripeterà più, dal 2014 verrà applicato il regolamento nazionale sul tesseramento PD in modo rigoroso.

Ora dobbiamo metterci a servizio dell'appuntamento dell'otto dicembre. Non sediamoci sugli allori - ma neanche sulle nostre amarezze e stanchezza.

Ognuno deve mobilitarsi e informare sull'importanza delle primarie, con umiltà e spirito di servizio democratico. I cittadini hanno un grande potere sulla sinistra italiana, che mette al centro non solo i suoi iscritti ma anche i suoi elettori. Devono esserne consapevoli e poterlo esercitare.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico