header

Magda Negri

header

Ognuno ha i suoi problemi e cerca i suoi trofei

Delle candidature "degli altri" non mi stupisce praticamente nulla.
Per i nomi a me noti, che in parte conosco, quasi personalmente, mi stupisce profondamente Marcello Pera, il decano dei liberali italiani, nelle liste di FdI.
E l'esclusione di Pizzarotti e Albertini dal Terzo Polo, di Renzi Calenda.
Ognuno ha i suoi problemi e cerca i suoi trofei.
 

Meloni posta sui social il video dello stupro di Piacenza, è polemica. Letta: “Indecente”

Mi ha fatto riflettere una battuta di una intelligente giornalista in un recente dibattito.
Se la vittima dello stupro fosse stata non un'anonima ucraina, ma una donna italiana, o meglio una italiana di ceto medio alto, essa stessa o la famiglia di appartenenza... i Fratelli d'Italia avrebbero osato diffondere quelle immagini sui loro social?
Per fortuna c'è la Magistratura e il Garante della Privacy a difendere i deboli dalla doppia barbarie, della violenza fisica e della gogna dei social..


https://tg24.sky.it/politica/2022/08/22/giorgia-meloni-stupro-piacenza-video 

Partiti asserragliati nella loro crisi. E le riforme sono sempre più urgenti

Pubblico questo illuminante e serio articolo di Cominelli pubblicato da poco in Libertà Eguale perché sento, leggendo tanti vostri post, il disagio profondo per il metodo e l'esito delle candidature, praticamente in tutti i partiti.
Naturalmente noi ci interroghiamo su quello che ci riguarda.
Troverete in questo articolo un'analisi "scientifica", che serve a svelenire e a spersonalizzare il problema.
Ma lo individua nella sua inquietante oggettività.
 

È questa la grande prova, anche per le elezioni

Finalmente in medias res.
Finalmente la campagna elettorale di tutti i partiti fa i conti con il Recovery Plan e Neu, il più grande piano e sforzo programmatorio quinquennale dell' Europa e ingentemente per l'Italia.
Mai successo dal dopo guerra e incentrato su interventi ambientali, infrastrutturali, sulle reti telematiche, su sanità e formazione professionale... Alla base della stessa agenda Draghi.
C'è voluta la minaccia di Meloni di ricontrattarlo e la dura risposta di Gentiloni per far suonare il campanello, al di là delle pagine scritte dei programmi elettorali, ampiamente.. sovrapponibili.
Siamo seduti su una montagna di risorse finora finanziate con debito pubblico Europeo.
Torino ad esempio ha già avuto importanti anticipazioni, in cambio di progetti definiti.
E l'Italia?
Fossi Letta snocciolerei le tappe di questa straordinaria programmazione ogni sera.
Altro che le pillole serali di Berlusconi e i suoi boschi circolari intorno alle città. .
Il PD si faccia garante con i sui eletti e i suoi amministratori dell' attuazione del piano di rinascita europeo... dopo la crisi, la pandemia, e il rischio autunnale del gas.
Fatti, risorse pronte, pianificazione rigorosa, controlli di legalità.
È questa la grande prova, anche per le elezioni.
 
 
 

Pazienza e tenacia

Aspettando il pullman che ieri mattina, con 15 h di viaggio, mi ha riportata a Torino.
Evidente disperazione, perché non sapevo come sarebbe andata con Bart.
Questa volta ho ubbidito alla veterinaria.. nessun calmante.. solo ormoni Feliway, spruzzati ogni 4h.
Risultato: 10 h di lamenti e miagolii, sia fuori che dentro il trasportino..
La prossima volta supercalmanti e aereo.
Starà meglio anche Bart..gatto viaggiatore.
Felice di essere dopo tanto tempo a Torino, nonostante la casa non ancora finita.
Pazienza e tenacia.
 

San Rocco... festa grande!

Le vecchie case che si riaprono perché tornano non solo i figli, ma i nipoti e i pronipoti.. i balli in piazza, musica semplice anni '70, la ruota del prosciutto, la processione di San Rocco - che da queste parti è il Santo dei santi - le persone sedute nelle piazze e davanti a casa, come se la strada ne fosse la naturale prosecuzione....
Fa ancora molto caldo, è pieno Ferragosto, ma domani si parte e si torna a casa.
Questa notte Bart farà il suo ultimo giro sui tetti.
 
 

Le cose accadono, anzi si fanno accadere..

Come è davvero andata la vicenda delle liste Pd, lo sanno i registri multipli, territori, correnti, il gruppo dirigente più strettamente lettiano.
Vicenda terribilmente complicata, perché è tempo di vacche magre.
A tempi eccezionali forse bisognava corrispondere con misure altrettanto eccezionali.
Nessun terzo mandato, se non per personalità davvero eccellenti e figure politiche storiche.
Facile a dirsi, quasi impossibile a farsi.
Trovo però particolarmente dolorosa e inutile l'esclusione del professore e costituzionalista Stefano Ceccanti, proprio in una legislatura che avrà al suo centro la riforma della costituzione.
Via Ceccanti e dentro Fratoianni, proprio nello stesso collegio.
Le cose accadono, anzi si fanno accadere.. ma certe coincidenze simboliche parlano di scelte politiche.
Che non mi piacciono per niente.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico