header

Magda Negri

header

Ciao Gigi...

 
 
 
Apprendo ora, dall'amico Matteoli, che anche Luigi Covatta ci ha lasciato.
Era malato da un po' e io non sapevo niente...
Vice Presidente di LibertàEguale... socialista da sempre e per sempre, aveva collaborato con la rivista "Le ragioni del socialismo" e diretto fino all'ultimo la rivista "Mondo Operaio"....
Molto rigoroso.
Non concedeva nulla a facili nuovismi.
Aveva una oratoria sintetica e tagliente.
L' ho molto ammirato
 
Proprio ieri mi è arrivato l' ultimo numero della sua rivista.

Il regno di Bart!

Questo è il piccolo prato di Bart.
Erba gatta normale che si trova al supermercato... erba speciale... molto fine, che ho trovato da un fioraio in montagna... erba cipollina che annusa ma non gradisce.
Allora..?
Si potrebbe dire..
Allora tutto.
Intorno a questi fili d'erba si svolge un implacabile rituale in 4 atti.
Alla sera dopo le 20.
Verso le 5 di mattina.. dalle 9 di mattina in poi.. verso il pomeriggio, durante i quali, con miagolii forsennati cui nessuno può resistere, Bart mi costringe ad assistere al suo struscio contro l'erba che mordicchia un po'.
O si partecipa al rituale o non c' è pace o scampo.
Come i bambini che fanno i capricci per essere visti e ammirati quando fanno qualcosa.
Io assisto e per vendicarmi dico a Bart che ho letto che felini europei dipendono da un felide antichissimo con un cervello molto piccolo.
Non sembra esserne toccato.
 

In difesa delle Donne, sotto tutti i punti di vista!

Questa mattina in Piazza San Carlo in difesa dell'art. 194 della Costituzione e contro la presenza delle associazioni antiabortiste nei consultori pubblici in Piemonte.
Passano i decenni... ma la destra ci prova sempre.
 

Ricordi berlinesi...

Io e la mia amica Micky a Berlino... circa 15/20 anni fa..
Mai rovistare nelle vecchie foto.
 

La politica non è una somma aritmetica di presunte percentuali...

Su Torino non ho mai cambiato idea.
Se la pandemia lo consente... le primarie sono utili e necessarie.
Altri cambiavano idea ogni 15 giorni... a seconda delle convenienze del loro gruppo o candidato.
Il regolamento regionale del PD prevedeva per i suoi iscritti un certo numero di firme.
Diciamo che i sondaggi di questi giorni possono esserne il surrogato.
Ho sempre pensato che non si dovesse costruire una alleanza con i 5Stelle al primo turno, per rispetto della storia amministrativa della città, e che si dovesse favorire l'incontro al secondo turno.
Ho sempre pensato che Stefano Lo Russo meriti di misurarsi come Sindaco di Torino e la ricerca affannosa di altri candidati mi ricorda un po' la storia di Domenico Carpanini... quando tutti andavano bene a fare i Sindaco di Torino... meno lui.
Da iscritta al PD ho sempre comunicato le mie valutazioni ai responsabili delle elezioni.
Rispetto profondamente altri percorsi e valutazioni.
Ma adesso chiudiamola in fretta e ognuno si assuma le sue responsabilità.
La politica non è una somma aritmetica di presunte percentuali.
 

"Tornare a vivere"

"Tornare a vivere": l' invocazione di alcune piazze e il mantra di parte della supermaggioranza di governo.
Bene.. poi ognuno di noi deciderà in quali ristoranti e palestre andare o se non andarci affatto etc.
Troveremo un mercato del lavoro ancora più fragile e ferito.. al di là del blocco dei licenziamenti.
Vedo che i lavoratori dello spettacolo chiedono un salario strutturale di continuità per gli intervalli fra uno spettacolo e l' altro, che presumono si farà più frequente.
Lì per lì mi è sembrata l'ennesima riproposizione del reddito di cittadinanza.
Poi ci ho ripensato: il contratto dei braccianti..
dei pescatori dei muratori prevede esattamente questo.
Da sempre.
La differenza sta che molti lavoratori dello spettacolo sono a partita IVA.
Per tutti i lavoratori singoli a partita IVA il salario di continuità si chiama "Assicurazione", che potrebbe, in larga parte, essere coperto dallo Stato.
Altri costi.. ma qualcosa bisognerà inventarsi nella lunga crisi che colpirà particolarmente questo tipo di lavoratori.
 
 
 
 

Torino è bella anche nelle periferie....

Piccole cose che addolciscono il lockdown... sotto questa bellissima topia di glicine al parco Di Vittotorio c'è un odore delicatissimo eppure intenso.
Mai sentito prima.
Fresco e luce intensa.
L' amica, che mi ha dato uno strappo fino a qui e che abita da decenni in un palazzo qua vicino, è convinta che sia Parco Colonnetti, che incomincia dopo corso Traiano e che è un'area molto più vergine, grande e recente.
Siam in 3 a goderci il fresco e il profumo delicato.
E' un angolo laterale del parco...
Non abbiamo concorrenti...
Torino è bella anche nelle periferie.
Eccesso di offerta verde a Torino Sud.
Un lusso e qualcuno si confonde.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico