header

Magda Negri

header

Sorprese da Berlino

Da Berlino... mascherina con decorazioni e uccellino magico incoronato..
Auguri di scampato pericolo e promessa di primavera!
 

Aria di festa

Mi suona verso le h 15 il postino e mi dice che c' è un pacco per me.. di scendere subito.
Reazione sospettosa, che non avrei mai tenuto in tempi normali... chi è.. non aspetto nessun pacco.
Sento una minaccia..
Scendo con guanti e mascherina contro una imprevista situazione.
Il mese di clausura incomincia a fare i suoi effetti..
Ma è un pensiero gentile della mia amica berlinese.
Dolcetti pasquali... il tipico pan dolce che si può mangiare a qualsiasi ora.. marmellata di zenzero.
Un pensiero bellissimo... come quello di un altra mia amica, questa volta italiana, che mi ha riempito di marmellate casalinghe...
Dismetto la mia aria sospettosa perché impaurita e ritorno normale.
Aria di festa.
 

Quest'anno a Pasquetta non pioverà!

Mio papà, che faceva il carpentiere metalmeccanico e lavorava duro con le mani... diceva che il Signore ce l' ha con i poveri ..
Perché ricordo tanti anni in cui nei week end pioveva e specialmente a Pasqua e Pasquetta faceva freddo ... cielo grigio.
Pare che nei prossimi giorni, tra Torino, Novara, Vercelli la temperatura sarà estiva.
Mi basterebbe poter andare a Stupinigi... nel bellissimo bar con i tavolini di pietra.
Chissà se nei prati intorno c' é ancora il cicorione con i fiori gialli.
Da ragazza lo raccoglievo e facevamo la frittata Pasquale.
Appena ho potuto ho sempre avuto campagna o montagna intorno a me, per Pasqua e Pasquetta.
Ma in montagna ho sempre acceso la stufa....
Adesso il riscaldamento globale ha cambiato le cose, assai più serie delle mie smanie di primavera.
Virus.. autodisciplina.. sacrificio responsabile e - direi - partecipe compiaciuto.
Sorvegliare e punire.
Saremo implacabili nell 'obbedienza.
 
 

Coronavirus, Schröder al Corriere: «È l’ora del debito comune, la Germania renda l’aiuto che ebbe»

Era prevedibile che il quarto pilastro per l'intervento economico - sociale in Europa dopo il Covid19 sarebbe stato di difficile costruzione.
Eccezionali gli acquisti di Bot promessi dalla Bce, ingente il programma Sure per la tutela dei lavoratori europei, come al solito utile e provvidenziale l'intervento della Bei...
Ma l'idea di un debito comune, non per sanare i vecchi debiti dei singoli stati, ma per intervenire guardando al futuro sul rafforzamento dei sistemi sanitari e segmenti di ricostruzione economica in Europa, vede il rifiuto oltransista dell'Olanda e la resistenza della Germania.
Per questo considero molto importante l'intervista di oggi su La Stampa di Gerhard Schröder che, appoggiando le tesi dei social democratici tedeschi e apprezzando il ripensamento di alcuni consiglieri economici della Merkel, mette il dito nella piaga: "La parola del momento è solidarietà per tutti, anche a livello europeo e internazionale. Perchè se l'Unione e i Paesi membri non vincono questa sfida, allora l'intero progetto europeo è in pericolo... L'Europa è una comunità di destini."
Secondo l'ex cancelliere, la Germania deve rendere l'aiuto che ebbe.
Ebbe quando?
Tutti penseremmo dopo l'89, quando l'Europa contribuì in solido alla riunificazione delle due germanie.
No, Schröder affonda il coltello nella storia.
La Germania è il Paese che per eccellenza deve capire che un sostegno paneuropeo per la ricostruzione è essenziale.
"Noi siamo stati aiutati molto dopo la seconda guerra mondiale, nonostante fossimo stati proprio noi a causarla".
Parole che sono pietra.
Un richiamo a una dolorosa responsabilità storica.

https://www.corriere.it/esteri/20_aprile_08/coronavirus-schroder-corriere-l-ora-debito-comune-germania-renda-l-aiuto-che-ebbe-de2210f2-7900-11ea-ab65-4f14b5300fbb.shtml

 

Ex malo bonum

Non so quasi nulla della Ministra Azzolina, ma effettivamente mi piace, perchè è una giovane donna, determinata, di umili origini, ed è una donna di scuola.
Forse non sarà esperta di sistemi educativi e della loro evoluzione e forse non è un'intellettuale, ma è certamente una donna di scuola, che la conosce e la ama.
Proprio in virtù di questa mia professata simpatia, mi sentirei di dirle: "Cara Ministra, si dica e ci dica la verità. Se non si possono fare esami - e non si possono - se non si potrà tornare a scuola, se gli ultimi mesi dell'anno sono stati bruciati così, se nessuno potrà essere bocciato, la verità è che tutti saranno promossi e riporteremo alla gloria l'antico "6 politico" (allora era il 27 o il 30 degli studenti universitari) del '68.
E che dire di quel terzo di studenti e famiglie italiane che non hanno internet, un computer, un tablet?
Sono sicura che questo governo ha sensibilità, è orientato, emetterà risorse per recuperare questo gap tecnologico, gap di conoscenza, di inclusione, di fatto elemento di emarginazione dei più disagiati e dei più bisognosi."
Ex malo bonum.
Prendiamoci questo 6 politico e costruiamo un futuro nuovo per la scuola italiana.
 

Le ragioni di un micio

Con micio Bart si dorme poco.
Nonostante le pappe distribuite in posti strategici... la lettiera pulita, le porte dei balconi aperte per consentirgli di girare a piacimento... qualcosa non funziona.
Non solo miagola, ma fa uno strano brontolio che vuol dire: alzati e gioca con me... corrimi dietro!
Io mi nascondo negli armadi e tu cercami..
Mai avuto un gatto così impegnativo..
Poi mi chiedo come e con chi è stata la sua vita precedente... perché si è trovato mutilato... se mantiene istinti e ricordi.
Molto affettuoso.. passa qualche ora della notte sulla mia testa... impadronendosi del cuscino.
Adesso guarda il frigo..
Pappa nuova per il micio... caffè per me e rassegna stampa.
Cosi convivono le specie viventi... umane e no.
 

La luna e le profie

Ho mandato questa foto alle mie care amiche di gioventù a Novara.
In effetti questa luna bellissima rischiara il mio balcone come avviene in qualche sera d' estate.
Loro, profie perfette, mi hanno inondato di poesie di Leopardi... la classe è classe.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico