header

Magda Negri

header

Lunedì 20 giugno  ho fatto parte di una una delegazione di parlamentari del Partito Democratico, composta dai senatori Del Vecchio e da me e dai deputati Lovelli e Merlo. La delegazione ha trascorso  una giornata con gli alpini del Comando della Brigata Taurinense e del dipendente 3° Reggimento, nelle loro storiche sedi di Torino e Pinerolo.

"La Brigata Taurinense è una preziosa risorsa delle nostre Forze Armate e dell’Italia, perché sa esprimere grande capacità operativa, grazie alla spiccata professionalità, alla forte tenacia ed all’elevatissimo senso del dovere del personale militare che la compone", hanno dichiarato al termine della visita i parlamentari del PD.

Il senatore Del Vecchio, che ha operato più volte all’estero con gli alpini del Comando della Brigata Taurinense e del 3° Reggimento, ha aggiunto che “l’impegno di questi nostri soldati nelle operazioni per la pace nelle aree di crisi è sempre stato pienamente apprezzato dalla Comunità internazionale e dalle popolazioni che li hanno visti operare con spirito di solidarietà e grande equilibrio. Gli alpini della Taurinense hanno sempre rappresentato l’Italia in maniera estremamente positiva”.

La senatrice Negri e gli onorevoli Lovelli e Merlo, eletti nelle circoscrizioni del Piemonte, hanno sottolineato come “la simpatia e la vicinanza, che in ogni circostanza gli italiani manifestano nei riguardi dei soldati della Taurinense, testimoni i sentimenti di affetto e di fiducia che la gente nutre verso questa Unità militare e i reggimenti in cui si articola. La presenza degli alpini in Piemonte è fortemente gradita alla popolazione della regione, come ancora una volta ha dimostrato la corale partecipazione di cittadini piemontesi al recente Raduno nazionale degli alpini a Torino”.

Le visite a Torino e successivamente a Pinerolo hanno consentito ai parlamentari del Partito Democratico di approfondire le problematiche del comparto della Difesa e di recepire le aspettative dei militari e dei civili che operano nei Reparti visitati. Le visite si sono concluse con gli incontri di tutto il personale delle strutture visitate, durante il quale i senatori ed i deputati hanno espresso vivo apprezzamento per i successi della Brigata Taurinense e del 3° Reggimento alpini e grande riconoscenza per l’impegno sempre assolto con efficacia ed in silenzio, anche a costo di grandi sacrifici e talvolta, purtroppo, di tragiche perdite di vite umane

Nella visita della tarda mattinata al terzo Reggimento Alpini di Pinerolo, abbiamo incontrato un reparto eccezionale praticamente vocata solo alle missioni all'estero - una 9 mesi circa - i veterani del Kosovo, del Libano e dell'Afghanistan; gente che lavora duro, che ripara in loco gli automezzi e che cerca i metodi più economici per trasferirli sui teatri operativi. Prima si usavano gli aerei cargo, ora per risparmiare vanno via nave a Dubai. Fantasia applicata per aggirare i tagli lineari di Tremonti. Il loro motto è altius tendo, suscitando in me un certo effetto di stranezza, lo urlano in coro quando schierano e presentano il reparto. Aggiungi sempre nel pastone che la giornata dei bersaglieri è stata travolgente per simpatia partecipazione di popolo e assai simile anche ridotta per dimensioni a quella degli alpini, perché è stata un'immensa festa di popolo e sfilavano anche le famiglie coi bambini dei bersaglieri in congedo.

Grave l'assenza di qualsiasi esponente del governo ribadita l'assenza della Lega, ma il Comandante generale Valotto in ossequio alla gerarchia e alla disciplina non si permette il benché minimo commento di rammarico. Luci ed ombre , il coinvolgimento di vertici militari dei servizi e non solo in questa triste saga romana fatta di relazioni particolari, pettegolezzi, contiguità pericolose, getta invece una luce molto diversa sui settori degli alti comandi dell'esercito, troppo interni, intimi, coinvolti nelle dinamiche degli esecutivi e di affari non militari. comportamenti che sarebbero banditi e vietati dal codice militare in vigore.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico