header

Magda Negri

header

COMITATO PROMOTORE REFERENDUM ELETTORALE

DI TORINO

“Meno partiti, più riforme. Ci metto la firma”.

MARTEDI’ 3 LUGLIO, alle ore 18,  IL SINDACO DI TORINO SERGIO CHIAMPARINO raccoglierà le firme per il referendum elettorale al banchetto di via Garibaldi all’altezza di Piazza Palazzo di Città.

La campagna referendaria è quasi al rush finale. Per raccogliere le firme c’è solo più  tempo fino al 15 luglio. Per questo il  Sindaco di Torino Sergio Chiamparino contribuirà a raccogliere le firme  per il referendum elettorale e incontrerà i cittadini per promuovere l’iniziativa referendaria, domani, martedì 3 luglio, dalle ore 18 al banchetto di via Garibaldi, all’altezza di Piazza Palazzo di Città,  a TORINO.

 Fino a quando ci sarà una legge elettorale che obbliga i partiti a coalizzarsi per vincere – sostiene il Sindaco Chiamparino – si incentiverà la nascita di piccoli partiti dotati non, come è giusto, di una rappresentanza proporzionale al loro consenso, ma di un diritto di veto che non è accettabile. Per questo mi sembra necessario, ora  più che mai,  moltiplicare gli sforzi per la  raccolta delle firme per il referendum che andrà avanti sino al 15 luglio. Per offrire ai cittadini la possibilità di cancellare una legge pessima e al Parlamento di legiferare, prima o dopo l'esito referendario, per costruire un bipolarismo che assicuri la governabilità del paese".

 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico