header

Magda Negri

header

Apprezzo la relazione del segretario Gianfranco Morgando e ho trovato interessanti il dibattito e i vari documenti presentati. Ma non sono d’accordo con l’incipit  di questo documento (che accomuna anche gli altri documenti), dove c’è un deficit  di fiducia  e di investimento sul progetto del Pd.

Non sono d’accordo cioè con la prima parte della relazione del segretario in cui si scrive che la sconfitta elettorale del 13-14  aprile  evidenzia il fatto che il Partito Democratico ha fallito l’obiettivo di insediare una forza riformista capace di andare significativamente oltre la somma dei voti di DS e Margherita. Contando quanti erano davvero i voti di questi due partiti si scoprirà che non è così.

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico