header

Magda Negri

header

A Torino: alla mattina simpatico volantinaggio al mercato di Corso Palestro con Anna Coluccia, M. G. Arnaldo e le compagne di zona centro. C’è buona accoglienza e simpatia. Nel pomeriggio faccio un salto alla sede dell’UDI, dove Marilla ha organizzato un complesso seminario. Incontro inoltre una delegazione della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza , della Guardia Forestale e della Polizia Penitenziaria che chiedono un’urgente  iniziativa parlamentare su un problema conosciuto da pochissimi: dal 2004 il reclutamento per questi corpi di polizia, alcuni militari altri no, non avviene per concorso, ma da automatiche graduatorie prese dal corpo dei militari professionali. Dal 2004 non c’è più la leva obbligatoria. Bene, nell’esercito professionale le donne sono meno del 2% e resteranno pochissime per almeno 10-15 anni. Quindi nei vari corpi di Polizia fra poco non ci saranno più donne. Ci chiedono di intervenire per cambiare la legge o si faranno eccezioni di costituzionalità? Una giovane poliziotta, molto severa, mi chiede: “Ma come, onorevole, non lo sapeva?”. Non lo sapevo – mi scuso – ma forse qualcuno avrà depositato un ddl abrogativo. Verifico di fronte a loro con l’Ufficio Legislativo dell’Ulivo. Non ci ha ancora pensato nessuno. L’iniziativa Passerà dal Piemonte

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico