header

Magda Negri

header

Caro Direttore,
 
come giustamente detto oggi dal Sen. Scanu - capo gruppo in Commissione Difesa del Pd - nella dichiarazione di voto sul rifinanziamento delle missioni, il Pd non è tenuto su questo delicato tema a dare voti e pagelle alle forze politiche, siano esse di centrodestra o di centrosinistra.

La politica ha, però, le sue logiche. Dall'inizio della legislatura l'Idv, nostro principale alleato, in tutte le votazioni  sul rifinanziamento delle missioni internazionali, tranne che nella prima, ha scelto di votare contro o di astenersi (per quanto in Senato l'astensione valga quale voto contrario). Così dal 2009 al 2011, per ben tre anni.

L'iniziale divaricazione tra Pdl e Lega è stata più apparente che reale; si è trattato di un scambio mercantile tra pezzi di maggioranza, lesivo dell'immagine dell'Italia e delle nostre forze armate, che però alla fine si è ricomposto nel voto finale.

Nel centrosinistra no. Rimane una contraddizione profonda che diplomaticamente cerchiamo di celare e di svuotare del suo senso politico. Ma la politica estera e il ruolo internazionale dell'Italia è il punto più squisitamente politico ed essenziale per la definizione del programma della futura alleanza.

Se noi oggi fossimo stati al governo, avremmo dovuto chiedere il soccorso azzurro del centrodestra per autorizzare il prosieguo delle missioni. Le condizioni di un'alleanza di governo, su questo come su altri temi, sono ancora tutte evidentemente  da costruire.
 
Sen. Magda Negri
Pd - Commissione Difesa Senato

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico