header

Magda Negri

header

Tutte le autorità morali e politiche ci esortano al coraggio della speranza, alla responsabilità dei comportamenti individuali, alla solidarietà e fraternità.
Mai parole furono più opportune.
Io penso alla responsabilità della politica, che saranno immani.
Responsabilità...
Non colpe.
Sento profondamente questo problema.
Mi è capitato fra le mani un lunghissimo e programmatico discorso del 2005 del presidente Bush al National Health Institute sulla certezza delle pandemie al tempo della globalizzazione.
Leggiamo di conflitti, solo l' altro ieri, all' interno della Commissione Europea su come organizzare ricerca e investimenti per le possibili pandemie in Europa.
Grandi scienziati si stanno rimettendo.
Apprendo in ritardo che anche in Italia ci fosse un piano per le pandemie dal 2010 in poi.
Poichè dal pensare al fare c'è di mezzo il mare... la politica tutta, non i singoli partiti, avranno grandi responsabilità.
Interi settori, come quello del turismo, ristorazione, lavoratori stagionali entreranno in crisi di lunga durata... altri, come il biomedicale e la sanità in senso lato, saranno spero iper finanziati... anche a livello comunitario.
Il telelavoro, il rafforzamento delle reti, produrranno nuove catene di valore etc...
La ripresa potrebbe disegnare una nuova geografia sociale.
Il populismo e la rabbia sociale potrebbero rafforzarsi.
Ecco perché dobbiamo al più presto riadeguare l'offerta politica ai tempi ambigui che ci aspettano.
Per ora non abbiamo incominciato bene.
Ma è l'unica cosa cui noi umili.
Laici che credono nella dignità umana.
Abbiamo la possibilità e il dovere di applicarci.
 
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico