header

Magda Negri

header

Confesso di essere molto delusa dall' evoluzione di questa quasi crisi del governo Conte.
Leggendo qua e la sembra di capire che il lavoro di Amendola, Gualtieri e altri abbia modificato in meglio il riparto dei fondi del Recovery che dovranno poi incanalarsi nei rigidi criteri proposti dalla Commissione Europea.
Il pressing sulla delega dei Servizi Segreti è legittimo, è giusto, ma meno sostanziale di quanto Renzi vuol fare apparire, perché la responsabilità ultima resta del Presidente del consiglio.
Un compromesso prevede un punto di caduta, un accordo decoroso, ma incomincio a pensare che c'è un cupio dissolvi in parte di questa maggioranza, che è una maggioranza di scopo, di programma, emergenziale, per me non strategica.
C'è quasi un compiacimento a dimostrare al paese e all'opposizione di destra che non ce la si può fare, che siamo inadeguati, che è bene venga chiunque purché non sia Conte.
In assoluta minoranza con pochi altri, continuo a pensare che le elezioni siano praticabili e utili.
Ma se dopo il confronto parlamentare qualcuno se ne andrà e altri verranno.. nessuno scandalo.
Il governo Letta nacque con il sostegno di Forza Italia e dopo la condanna di Berlusconi anche il governo Renzi visse solo grazie ad alcuni "responsabili"provenienti da Forza Italia e da gruppi minori.
Non è la mia prima opzione, ma se si ritiene che il paese abbia bisogno di un governo decente, si possono trovare decenti appoggi esterni.
Non si può mettere una bomba nella propria casa, innescarla e poi chiedere un the.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico