header

Magda Negri

header

L’associazione LibertàEguale di Torino ha tratto spunto da un interessante studio sulla gerontocrazia nella società italiana, realizzato dall’istituto di ricerche di Renato Mannheimer, per organizzare sotto la Mole, il 24 novembre scorso, un incontro con l’onorevole Daniele Capezzone (classe 1972), il giornalista Pierluigi Diaco (classe 1975) e Luigi Marattin, un giovane economista, dirigente di LibertàEguale. “Il potere negato ai giovani: Italia malata di gerontocrazia” è stato il tema sottoposto al tavolo dei relatori, fra i quali decisamente “fuori età”, c’ero anche io.

Una serata risultata irrituale, ma anche un po’ nevrotica, costruita sulla presenza di due eccezioni, due under 35 che “ce l’hanno fatta” nel panorama politico e giornalistico. Capezzone ha puntato su argomenti “liberali”, tracciando scenari politici, sempre molto lucidi, con incursioni nella macroeconomia. Diaco, più che “enfant prodige”, è apparso al pubblico in sala, a tratti divertito e a tratti sbigottito, “enfant terribile”, che provoca- ci scappa anche una battuta maschilista - si autocelebra e dichiara, oltre alla sua solitudine, il suo reddito di 28mila euro al mese, come fosse un segno protestantico di elezione. Una monade, forse anche giornalisticamente incuriosita dalla realtà, ma, paradossalmente, scissa da ciò che è altro da sé. L’impressione è stata quella di un’ esibizione personale che tradisce, però, molta solitudine e un’incapacità di capire e rappresentare la propria generazione nella sua dimensione sociale e con i suoi reali problemi, fra i quali il non riconoscimento dei meriti.

Suggerisco la lettura di questo articolo che propone un’interessante interpretazione dell’attuale fase che stanno vivendo i DS: Pietro Ignazi, Nuovi innesti per salvare la Quercia, Il sole 24 Ore, 17 gennaio 2007.

 


 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico