header

Magda Negri

header

Venerdì 15 Febbraio ho partecipato in qualità di iscritta all'associazione e di esponente del Partito Democratico al VI congresso nazionale dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca, tenutosi a Salerno. A margine della plenaria, ho rilasciato una breve intervista a Radio Radicale.

Ho ribadito, come nella lettera inviata a Goffredo Bettini prima che venisse resa nota l'alleanza con l'Italia dei Valori, l'assoluta necessità della presenza di numerosi esponenti politici radicali nelle liste del Partito Democratico. Dato l'accordo elettorale stipulato con Di Pietro, ritengo infatti logico permettere anche ai Radicali e ai Socialisti di correre insieme al Pd in liste apparentate.

Se però questo non fosse possibile in quanto lesivo del progetto di autonomia scelto da Veltroni, l'inserimento di esponenti radicali e socialisti nelle nostre liste non dovrebbe essere considerato come una resa, una annessione, una rinuncia sul piano identitariò di queste due realtà. Sarebbe al contrario positivo per i Radicali e i Socialisti, che confermerebbero la presenza nelle istituzioni e potrebbero influire in prima persona nel processo legislativo, e per il Pd, che darebbe prova della costante apertura e disponibilità al processo di integrazione di altre forze politiche laiche e riformiste.

Se poi proprio volete sentire l'intervista...

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico