header

Magda Negri

header

Avanzo una modesta proposta 'democratica': facciamo decidere agli elettori del Pd, in concomitanza con le primarie per le liste europee, la collocazione auspicata nel parlamento europeo.

La discussione sulla collocazione dei futuri parlamentari europei del Pd rischia di avvitarsi fra sospetti e mezze verità. Anche la proposta di Rosy Bindi di 'parcheggiare' nel gruppo misto in attesa che i socialisti diventino democratici allude ad un'alterità che nei fatti non c'è più. Sicuramente, a parte le scontate riconferme, noi sottoporremo a primarie, o almeno ad una validazione di massa, la lista dei futuri candidati europei.

Quale migliore occasione per indire contemporaneamente un referendum tra gli elettori del Pd sulla collocazione auspicata e preferita della nostra delegazione parlamentare europea? Qualcuno dice che non sono questioni che possano essere decise negli organismi dirigenti a maggioranza. Ma certo possono essere decise dal popolo vero del Pd.

Sul tema vedi gli articoli proposti in "consigli di lettura". Novità del giorno è il duro editoriale su "Famiglia Cristiana" in merito al ruolo dei cattolici nel Pd. Tentano una analisi, sullo sfondo del tema della collocazione europea, Il Riformista (Per il Pd un rischio letale) ed Europa (Famiglia Cristiana fa un frontale con Walter).

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico