header

Magda Negri

header

Il voto del Consiglio comunale di Roma sul registro delle Unioni civili (tranquillamente esistente in 31 comuni italiani con culture territoriali molto diverse) dichiara in modo emblematico le difficoltà e le contraddizioni crescenti del Pd a decidere, deliberare, normare in merito a decisive questioni impropriamente dette "etiche".

Tutto ciò è in certa misura inevitabile e scontato nella fase nascente di un partito mutli-culturale. Insieme all'incertezza e alla contraddizione, c'è però sicuramente nel Dna del Pd l'istinto democratico al confronto senza reti, all'ascolto dei cittadini, all'assunzione delle loro scelte come vincolanti per l'indirizzo del partito stesso. Per questo penso che il referendum comunale, proposto da socialisti, Radicali ed altri, per l'istituzione dell'albo delle unioni civili deve essere accolto come occasione seria per il Pd.

Si eviti di dargli significati ritorsivi, da ultima resistenza. Lo si assuma, se si farà, come normale espressione della volontà di una comunità su significativi problemi del suo vivere organizzato. Non servono forum etici e non bastano le istituzioni, per quelli che si dicono e si concepiscono come "democratici davvero". Mettiamoci alla prova.

Leggi il comunicato stampa

Leggi lettera di Veltroni a Repubblica sui Diritti Civili.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico