header

Magda Negri

header

Le dimissioni di Renzi sono un atto dovuto e una seria assunzione di responsabilità.
Bisogna che avvengano non come un abbandono carico di confusione.
Sono d'accordo sulla proposta di collocare il Pd all' opposizione netta senza appoggi di vario tipo ai populisti e alla destra a trazione leghista.
Ma le dimissioni sono dimissioni, senza ipoteche o ambiguità.
Mi infastidisce l' aria di manovre e di rese dei conti non precedute da una discussione vera, che deve prendersi i suoi tempi.
Non sono convinta che il metodo migliore sia la chiamata alle armi delle primarie con le solite modalità di schieramento e di plebiscito.
Preferirei una efficace discussione aperta che trovasse nell'Assemblea la votazione finale sui vari candidati segretari.
Comunque non sono queste questioni su cui impiccarsi.
Andiamo alla sostanza: un lavoro di lunga lena per costruire un campo riformista antagonista ai 2 vincitori di oggi.
Antagonismo e riformismo possono tenersi per mano.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico