header

Magda Negri

header

Bene Minniti ieri in Tv.
Ha detto cose dure e condivisibili, al di là delle riflessioni più contingenti sulle politiche migratorie.
La sconfitta è stata durissima...inutile banalizzare.
Il Pd ha perso, non tanto per questioni di programma che si possono rimediare, ma perché è uscito dal sentimento del paese.
Il partito non ha funzionato nella sua missione classica..non ha ascoltato il cuore pulsante del paese.
Ricordate la riflessione di Cervetti sul partito di lotta e di governo?
Ha inoltre sottolineato che non ci saranno scorciatoie governiste, ma un lungo lavoro di ricostruzione sociale.
Su Renzi ha espresso la sua amarezza per i supportes di ieri, che oggi ne prendono le distanze.
Giusto dal punto di vista umano.
Io non l'ho mai fatto con nessuno.
Ma le alleanze non sono mai irreversibili in un partito politico.
Basta motivare politicamente.
Altrimenti i partiti diventano tribù di devoti che non cambiano ma i idea.
Non ci sono vergini nel Pd e credo che Minniti non alludesse a questo, vista la sua ricca vita politica e i suoi liberi rapporti, prima con D' Alema e poi con Veltroni.
In sintesi ..i miei pensieri diventano sempre più rosei.
Si profilano candidati autorevoli che hanno maturato, mi sembra, una analisi in parte comune.
Sara' un bel Congresso, non per fanatici né ingenui.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico