header

Magda Negri

header

Sento che Zingaretti si dimette.
Mi dispiace.
Non ha senso.
Io l'ho votato senza conoscerlo bene, ma convinta che potesse svolgere un ruolo utile di nuova sintesi.
La politica poi è andata come è andata.
Io avevo altre posizioni.. ma intorno a lui c'era la quasi unanimità dei gruppi dirigenti a vari livelli.
Dimettendosi fa male al Partito.. come lo fece Veltroni.
Bersani si dimise al termine di una drammatica direzione in cui io c'ero, ma ad ogni livello del partito avevamo discusso dell' esito delle elezioni del 2013.
Ora nulla..
Non è vero che c' è guerriglia contro di lui.
E' appena incominciata, in termini molto rispettosi, una discussione sul governo Conte e sul ruolo del PD.
Zingaretti viene come me dal PCI.
Sa cosa sono le discussioni politiche vere.. che ti impegnano, dove metti tutto te stesso.. senza alibi.
Non capisco cosa è davvero successo.
Sono arrabbiata con lui per questo suo gesto, come fui arrabbiatissima con Veltroni.
I segretari nel PD non combattono.. durano al massimo 2 anni e se ne vanno.
Davvero non siamo un partito personale.
Momento grave per il Pd e non solo.
 

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico