header

Magda Negri

header

Taccuino di campagna elettorale.

Taccuino di campagna elettorale.
Sta diventando piuttosto faticoso.
Il nostro piccolo gruppo di volantinatori - persuasori ultra sessant' enni lavora a tempo pieno con alterni risultati.
Non va molto bene sul mercato di Corso Sebastopoli dove alcuni ambulanti danno cenni di fastidio alla nostra presenza.
Con me si fermano a parlare signori molto anziani, rimpiangono Novelli, gli anni '70... specialmente la loro giovinezza.
Un signore ricorda quando era questore un tal Rizzo, alla fine degli anni '50, i meridionali italiani non solo non trovavano affitto da parte dei piemontesi, ma venivano rispediti con un foglio di via nelle loro città d'origine se non avevano un regolare contratto di lavoro.
Mi sembra strano, mi informerò.
Ciononostante a questo signore danno molto fastidio gli immigrati.
Un altro critica l'Europa, in tutte le sue forme e sviluppi, ma vede una bandiera europea appesa alla finestra di un ufficio, perchè ieri era la festa dell'Europa, e dice: "Questa è la mia bandiera!".
Ho l'impressione che viviamo un periodo di grande incoerenza e confusione.
Nessuno che parli di debito pubblico, di difesa europa, del ruolo del Parlamento Europeo.
Se parlano di lavoro è solo per criticare l'esperienza dei governi precedenti.
Ieri al Salone del Libro il clima era molto migliore, ma non resta vero quello che sembrano dire gli analisti politici, cioè che la lotta politica tra due diverse visioni di Europa non prende la coscienza popolare.
 

Salone del Libro e mercati no stop!

Tutto liscio questa mattina Crocetta: siamo soltanto in due, Giuseppe Giuseppe Franco Riccio ed io, gli altri sono tornati al Salone del Libro.

Anche da loro il clima è più positivo e motivato: incontriamo alla crocetta alcuni compagni che furono del Pci, che non hanno mai aderito al Pd e neppure mai votato 5S.

Hanno molti dubbi, molte resistenze e non sanno ancora cosa scegliere.
 
Mi stupisce che di fronte all'attacco dispiegato della destra più estrema e al quasi progrom di ieri a roma contro la famiglia bosniaca, non scatti un'istintiva reazione di unità e di difesa.
 
Ma le cose stanno così.
 
Le più interessate sono le signore di mezz'età, che vorrebbero avere ormai in mano i fac- simili di come si vota.
Anche noi non le abbiamo, e il nostro servizio è quello che è.
Dovremmo essere in decine di persone e di militanti e avere il tempo di stare fuori tutto il giorno!
Meno convegni, più parole d'ordine, intense e chiarificatrici, più presenza sul territorio.
 
Ma, come è sensato dirci, si fa quello che si può con le forze che si hanno.
 
 
Per chi volesse scaricare il programma completo del Pd....
 

La vendetta va servita fredda

Ingenuo trionfalismo dei 5S.
La vendetta è un piatto che si gusta freddo e Salvini lo preparerà.
Peccato che il caos programmatico e il non governo che seguirà sarà pagato dal Paese.
Dopo le Europee anche per l'opposizione più importante, cioè il Pd e tutti i progressisti e i riformisti italiani, deve incominciare una nuova stagione.

Sotto i portici la gente va di fretta...

Con Piero Borla e Renzo Ciaiolo a volantinare sotto i portici di Porta Nuova.
La gente è di fretta, e solo i più motivati si interessano ai nostri candidati e al nostro programma.
Una signora olandese sembra entusiasta per la nostra presenza militante..
Un giovanotto rumeno-ungherese che parla benissimo italiano esalta Salvini, nobilitato dall'idea che difende i confini sacri dell'Europa cristiana.
Non sente ragioni..
Si sente accettato, nobilitato dalla vicinanza al gran capo sovranista.
Domani proviamo al mercato di Corso Sebastopoli.
Mi accorgo che il nome di Sergio Chiamparino apre l'attenzione positiva o negativa di molti, ma nessuno ci chiede nulla sull' Europa.
Mistero.

Restiamo vigili

La piccola Noemi ancora in coma, il giovane Piccirillo che si dissocia dal padre camorrista dicendo: " Lo amo, ma non lo stimo".
Possono forse introdurre uno shock simbolico nell'opinione pubblica sul cancro della piovra della camorra, sulla sua insostenibilità, anche morale?
E forse anche Salvini che imita il Duce può incominciare ad essere sentito come un Avatar finto nel corpo della nazione.
Le emozioni giocano reazioni impreviste e gli occhi del cuore possono vedere di più della rabbia orchestrata dai professionisti della paura.
Restiamo vigili.
Qualcosa si sta preparando.

Battuta di campagna elettorale.

Oggi volantinaggio davanti a Eataly
Clima nettamente davvero diverso rispetto al mercato di Corso Spezia, gente gentile. consapevole... gentili anche nel rifiuto.
Il problema che emerge in questa zona di Torino è quello del blocco dei lavori del grattacielo della Regione, per cui dovremo meglio prepararci per dare informazioni più convincenti.
Parliamo di finestre incompatibili, inadeguati, del blocco della viabilità...ma non riusciamo a convincere molto i nostri interlocutori.
E' arrivato il materiale di Enrico Morando, che è molto bello e argomentato e, con mia soddisfazione, riporta anche l'immagine di Zingaretti, segretario del partito.
Tutti i candidati hanno argomenti e proposte di grande livello, ma non riusciamo ancora a comporre una sintesi, parole d'ordine mobilitanti.
Speriamo nella seconda parte della campagna elettorale.
 
Anche il dramma del Venezuela testimonia come un Europa unita potrebbe interloquire con i più importanti paesi dell'America Latina e non lasciare che tutto si risolva in un rinnovato duello "Trump - Putin", come ai tempi della guerra fredda.
 
Più coraggio, più orgoglio per noi europei.
 
 

Questioni di stile

Forse Siri oggi sarà costretto a lasciare la carica di sottosegretario, non perchè colpevole, ma per evidenti ragioni di opportunità politica.
Ai Governi di centro sinistra bastarono pochi giorni ,in circostanze analoghe, per risolvere i casi Di Girolamo, Guidi, Lupi.
Il potentissimo Lupi, uno dei più importanti leader di Comunione e Liberazione.
Questioni di volontà politica..di stile..di rispetto per gli elettori.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico