header

Magda Negri

header

"Love difference... Fear indifference"

"Love difference... fear indifference".
Uno degli slogan più belli che ho visto su un cartello di modesto cartone, scritto a mano, tenuto da una ragazza bianca alla manifestazione di Milano ieri.
Bellissima, molto scenograficamente studiata, quella di Torino... folte manifestazioni di giovani ovunque in Italia e in Europa..
Passano i secoli... ma i simboli restano depositati nelle coscienze nella loro cruda essenzialità.
Tu nero io bianco ... i bianchi europei e gli arabi hanno
organizzato per secoli la schiavitù dei neri.
Gli americani ci hanno fatto una guerra civile e la questione razziale cammina insieme alla loro democrazia.
Noi europei siamo un po'immuni, perché abbiamo fatto i mercanti, ma non avevamo la"merce" in casa.
Il razzismo si nasconde e si camuffa dentro ognuno di noi.
Guardare all' immigrazione e alle condizioni dei lavoratori di colore in Italia.
Questioni di coscienza.
Le manifestazioni di questi giorni rivelano che sta crescendo una generazione di giovani europei dalla coscienza pulita.
Speriamo che questa forza li accompagni per tutta la loro vita e cambi la vita di quelli che verranno dopo di noi.
 

Tanti piccoli bradipi?!

Non compero quasi mai Il Fatto Quotidiano.
Ma oggi volevo capire qualcosa di più dei futuri Stati Generali dei 5S, che forse si terranno a Settembre, prima delle regionali.
Da una parte, sembra Bugani, Casaleggio, DiBattista... dall'altra i "governativi" di Di Maio, Crimi e la gran parte del gruppo parlamentare.
Forse queste dinamiche influiranno sul quadro politico... anche se il governo è blindato non solo dalla crisi, ma dalla elezione del Presidente della Repubblica fra 2 anni..
Mi imbatto, comunque, quasi per caso, nell' editoriale di Marco Travaglio.
Da alcune sue comparsate televisive mi era sembrato più temperato... interessato, pur così di parte, ad un certo buon rapporto 5S/PD per la tenuta del governo.
No... errore..
Oggi vomita disprezzo politico puro verso il Pd.
"Mandria di bradipi polverosi e sonnacchiosi".... "vecchio establishment, salvato solo dalla freschezza e dalla genialità politica dell' Avv. Conte ... contro il quale noi lavoreremmo".
Travaglio rimpiange ed esalta l' attivismo e i risultati del biennio "Di Maio/Salvini" e si inchina al protagonismo di Conte, che imporrebbe ai bradipi del PD che volevano andare in vacanza, la sfida degli Stati Generali dell' Economia.
Non mancano gustosi accenni alla postura a 90 gradi, sempre tenuta dal PD verso l' Europa.
Un giornalista vive di paradossi e di esagerazioni... ma essendo il suddetto Travaglio il gran protettore dei 5S, mi auguro che l'articolo non sia passato inosservato... nei giorni che precedono gli Stati Generali.
Premessa politica all'illustre adunata, secondo me.
Usiamo questi 2 anni per il bene del paese.
Fa parte del bene superare la contingente alleanza con i 5S senza preparare la vittoria delle destre.
Non facile.
Ma necessario.
 

Si apre il tesseramento!

Aperto da 2 giorni il tesseramento al Pd: oggi ci troviamo al circolo ( sezione ) e non sul web.
Bella tessera... impegnativa.
 

A novembre le primarie a Torino

 
Leggo sui social che, con informale consultazione tra eletti e membri delle Segreterie regionali e provinciali, il PD torinese ha scelto di convocare per Novembre le primarie per la scelta del candidato sindaco di Torino.
Data giusta... metodo opportuno.
Farei torto alla credibilità politica di entrambi i segretari se non ricordassi che tutto il processo... regolamento delle primarie compreso, va legittimato dalla direzione provinciale da convocare nella sua fisicità.
Per quanto riguarda l' offerta politica, certo dobbiamo lavorare con quello che abbiamo... ma se troviamo, cammin facendo, "il fenomeno", non credo che 5S lo dovremmo respingerlo, come fanno i 5S con il Mes.
Sappiamo che se il sindaco non esce al primo turno... al secondo non lo scelgono più i partiti grandi o micro ..ma la platea dei cittadini torinesi... volubile, imprevedibile.
Personalmente penso - ma posso sbagliare - che la Torino della Ztl voterà bene comunque... qualsiasi sia il nome del sindaco... ma saranno le periferie a decidere.
E le periferie non sono da tempo politicamente corrette.
 

A novembre le primarie a Torino

 
Leggo sui social che, con informale consultazione tra eletti e membri delle Segreterie regionali e provinciali, il PD torinese ha scelto di convocare per Novembre le primarie per la scelta del candidato sindaco di Torino.
Data giusta... metodo opportuno.
Farei torto alla credibilità politica di entrambi i segretari se non ricordassi che tutto il processo... regolamento delle primarie compreso, va legittimato dalla direzione provinciale da convocare nella sua fisicità.
Per quanto riguarda l' offerta politica, certo dobbiamo lavorare con quello che abbiamo... ma se troviamo, cammin facendo, "il fenomeno", non credo che 5S lo dovremmo respingerlo, come fanno i 5S con il Mes.
Sappiamo che se il sindaco non esce al primo turno... al secondo non lo scelgono più i partiti grandi o micro ..ma la platea dei cittadini torinesi... volubile, imprevedibile.
Personalmente penso - ma posso sbagliare - che la Torino della Ztl voterà bene comunque... qualsiasi sia il nome del sindaco... ma saranno le periferie a decidere.
E le periferie non sono da tempo politicamente corrette.
 

La luna di fragola

Luna spettacolare sopra le colline dietro il Lingotto.
Una notte che vale.
 

Il volteggiare dei numeri

Con il volteggiare dei numeri e delle percentuali ho grandi difficoltà.
Sono contenta se negli USA a Maggio recuperano milioni di posti di lavoro rispetto alle decine di milioni persi nei 2 mesi precedenti... ma come è possibile?
Forse erano solo congelati.
Un po' come i nostri cassaintegrati... e abbiamo tecniche diverse di rilevazione.
Comunque assumo questo dato come possibile rimbalzo che può realizzarsi anche in Europa e rende meno buio il nostro futuro.
La rivolta etnica e sociale che incendia l' America e l' isolamento politico di Trump all'interno della classe dirigente... anche militare.. non garantisce automaticamente il recupero dei democratici.
D'altra parte mai bisogna augurarsi di governare sulle macerie... sul tanto peggio.
Trump è ancora molto forte nel popolo wasp.. nei suprematisti bianchi... negli estremisti religiosi, nella classe operia bianca che si proietta nell' "America first".
Se a Novembre non sarà sconfitto ... le sponde dell' Atlantico si allontaneranno.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico